52 °Palio delle Contrade di Allumiere: vince la Polveriera

Ad Allumiere, il caldo pomeriggio di domenica ha tenuto a battesimo il gran finale del 52^ Palio che vede sfidarsi, nell’anello di piazza della Repubblica, gli asini portacolori delle sei contrade del paese. In un’ora e mezza, dalle 17, si è consumata prima la parte storica e rievocativa: la sfilata delle sei contrade con gli sbandieratori e i figuranti in abiti d’epoca: quella della scoperta e dello sfruttamento dell’allume, tra il 1.400 e i 1.500. Per primi tamburini a dare il tempo, dietro lo stendardo, e poi gli sbandieratori che si sono fermati davanti alla giuria per far valutare le proprie figure. Dopo riproposti, sempre in abiti rispettosi dei colori di ogni contrada quei personaggi legati, chi più chi meno, chi da vicino chi da lontano, alla ricerca dell’allume. Naturalmente rievocati anche i popolani e alla fine di ogni gruppo in costume, i tre asini, protagonisti della gara per il Cencio, numero 52, firmato da Simona Sestili. Primo ad entrare nell’anello di piazza della Repubblica, alle 17.15, è stato il gruppo bianconero del Burò, seguito dai giallorossi del Ghetto e dai rossoblù della Polveriera. È toccato poi ai biancorossi del S. Antonio. A chiudere la Nona, in rossoverde, e i biancoverdi de La Bianca. Mentre la piazza (con almeno tremila spettatori) scalpitava e dalle tribune s’alzavano i cori del tifo dei contradaioli, dal palco del municipio sono stati annunciati i vincitori: la Polveriera è stata premiata per i migliori sbandieratori mentre La Bianca per il corteo storico. E qui c’è da segnalare la presenza di un pizzico di Tuscia: la giuria che ha valutato gli sbandieratori è stata quella della Nobile contrada Trinità di Soriano al Cimino, che vanta sbandieratori vincitori di premi nazionali della Federazione italiana. A presiedere i giurati che hanno scelto la miglior sfilata un tris di antropologi, guidato dal professor Pietro Meloni, membro del comitato scientifico del museo del Palio di Siena, con le colleghe Valentina Lusini e Serenella Piermarini.
Alle 19,40 il via alla corsa per il Palio. Tre batterie, asini di volta in volta diversi, tre vincitori differenti e un calcolo di punteggio che, alla fine, con la terza prova, ha decretato la contrada vincitrice del 52^ Palio: grazie al fantino Massimiliano Virgili, la Polveriera, a digiuno di vittorie da dieci anni. Il popolo rossoblù si è scatenato, scendendo in pista per abbracciare fantino e somari. Poi, braccia alzate e urla commosse sotto al Cencio calato giù dal municipio. Ed è alla Polveriera che dalle 21.30 si è scatenata la festa fino all’alba. Pausa alle 23 quando dal balcone del municipio si sono estratti i numeri della tombola.
[pp_gallery gallery_id=”57246″ width=”400″ height=”220″]

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI