Capodanno Cinese: festa per l’anno della Scimmia a Viterbo

Domenica 7 febbraio 2016 arriva anche nel capoluogo della Tuscia la festa di primavera, meglio conosciuta come il Capodanno cinese, è la più importante festività annuale in Cina paragonabile alle festività natalizie presso i paesi occidentali.
La tradizione vuole che duri per 15 giorni, concludendosi con la Festa delle Lanterne.A portare questa tradizione a Viterbo sarà il ristorante Ying Feng, in via della Palazzina 83/85: domenica 7 febbraio 2016 il locale apre alla festa propiziatoria per accogliere il primo giorno del calendario lunare.
La festa inizierà quindi poco prima di cena, alle 19.30, con l’accoglienza ai clienti, a cui sarà proposto un menù adatto all’occasione. Per gli amanti del cibo cinese si parte con gli antipasti composti da specialità di involtini e Xia lo pà, un raviolo speciale, seguito dai primi, riso su fior di loto, spaghetti di soia o ramen fatti a mano, per passare ai secondi, dalla classica fonduta di pollo e verdure, ai gamberi in fiocco di neve o cestini di gamberi con frutti secchi. Per chi preferisce giapponese, come sempre il locale offre una nutritissima scelta di sushi e specialità ben conosciute dagli abituali frequentatori: cuore di salmone, uramaki, nighiri e hosomaki misti, sashimi di salmone. Per tutti dolce tradizionale, bevande analcoliche e caffè.
Un modo per fare festa e conoscere una tradizione antichissima, che in Cina mette a tavola famiglie ed amici e che fa sorridere i più piccoli, certi che riceveranno le loro bustine rosse con la banconota portafortuna.
La serata sarà allietata da musica, da una simpatica animazione cinese e dall’avvincente tombola, che non conosce confine e fa sentire la giusta atmosfera. A mezzanotte sarà il momento dei fuochi artificiali che aggiungeranno luce alla festa, accogliendo insieme l’arrivo dell’Anno della scimmia.
Per chi volesse immergersi totalmente nella festa è estremamente gradito l’abito tradizionale cinese, trucco o acconciatura a tema.
Per informazioni: 0761.321003 – hmao@libero.it

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI