AgriCulture Festival: percorso tra arte e natura nella Tuscia

agricoltura festival

Un progetto che attraversa luoghi di particolare bellezza che solo la Tuscia può offrire, un laboratorio in movimento di arte e natura, per riscoprire la cultura, le radici, la tradizione. È AgriCulture Festival – Energia verde per la scena, in programma dal 27 agosto al 1 settembre in diversi luoghi della Tuscia.

L’evento, giunto alla quinta edizione, è promosso dal Teatro Null – Officina Culturale della Regione Lazio. Un progetto che vuole mettere in relazione gli eventi artisti con i luoghi, la storia del territorio viterbese ricco di tradizioni. In particolare la quinta edizione vuole raccontare per immagini la Tuscia e approfondire la figura del Cantastorie.

Giovedì 27 agosto alle 21 presso Muvis a Castiglione in Teverina si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica Timelessscapes – Il Tempio dell’Abbandono del fotografo e scrittore Marco Scataglini. Seguirà la presentazione del suo nuovo libro In punta di piedi con le letture di Gianni Abbate accompagnata da una degustazione di vini. Infine il Maestro Daniele Mutino con Carovane guiderà i partecipanti tra itinerari musicali in narrazione, fisarmonica e voce.

Venerdì 28 agosto alle 21.30 presso i Giardini di Piazza Col di Lana a Lubriano sarà presentato il libro di Marco Saverio Loperfido Il giro della Tuscia in 80 giorni, con la proiezione del documentario e le letture di Gianni Abbate. Per finire degustazioni di vini.

Sabato 29 agosto alle 21. 30 presso il Parco R. Mancini Casenuove  di Civitella d’Agliano il Maestro Daniele Mutino presenta San Giorgio e il Drago, spettacolo di cantastorie tra leggenda e cronaca contemporanea, con testi e musiche di Daniele Mutino e cartelloni illustrati di Assunta Petrocchi. Si chiude con la degustazione di vini.

Domenica 30 agosto presso Podere Porcino, sede del Teatro Null Casenuove a Civitella d’Agliano, alle 18 La Compagnia Burattini Aldrighi presenta Meneghino gran cuoco nel regno di Sempreallegri, di e con Valerio S. Saccà. Alle 20 si mangia con la cena contadina a buffet e alle 21.30 il Maestro Daniele Mutino in La nave e altre storie, spettacolo di cantastorie, miscellanea di storie cantate per fisarmonica e voce.

Lunedì 31 agosto alle 21.15 presso il Cortile del Palazzo Baronale di Sipicciano – Graffignano l’Associazione CTR presenta Storie di terra #2 di G. Abbate con Gianni Abbate, Ennio Cuccuini e musiche dal vivo del Maestro Fabio Barili. Per finire degustazione di vini.

Martedì 1 settembre alle  21.30 al Muvis di Castiglione in Teverina a chiudere il Festival sarà il Teatro delle Forme con Veglia d’Amore e Divino, di e con Antonio Damasco e Valentina Padovan. Infine degustazione di vini.


L’ingresso è di 1 euro Per informazioni www.iportidellateverina.it – 347 1103270

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI