Vitorchiano, eseguiti altri interventi di pulizia della rupe

Eseguiti la scorsa settimana a Vitorchiano gli interventi di pulizia della rupe, al di sotto del parcheggio della Cella e del grande parcheggio lungo Via Teverina, all’altezza del ponte nuovo. A tali interventi ha fatto seguito anche il taglio della vegetazione spontanea: azioni, queste, volute dall’amministrazione comunale insieme alle tante altre già effettuate, come quella dell’area boschiva in località Piangoli e lungo la rupe al di sotto del belvedere del Moai, grazie a cui è stato possibile riscoprire la veduta di luoghi unici dall’elevato valore paesaggistico e naturalistico.

“Difesa dell’ambiente, decoro e valorizzazione del territorio – commenta l’assessore all’ambiente Federico Cruciani – rimangono parole d’ordine tra loro fortemente legate. Come amministrazione comunale, reputiamo quindi fondamentale non abbassare mai la guardia e intervenire, compatibilmente con le risorse economiche disponibili e senza impattare sulle attività ordinarie, in ogni angolo del territorio, cercando di mantenere e rispettare l’impegno preso con i cittadini nel giugno 2016, momento dell’insediamento di questa giunta”.

“Purtroppo – continua Cruciani – è sempre più difficile pulire e soprattutto mantenere pulito il territorio di cui siamo orgogliosamente custodi, e questo per colpa degli incivili che ancora si macchiano del reato di abbandono dei rifiuti: a tal riguardo ricordiamo che sono in corso continui controlli, anche con l’impiego della tecnologia, per individuare i responsabili, con l’intento di consegnare ai nostri figli un mondo migliore di come l’abbiamo trovato”.

“Nel condannare gli esecutori degli abbandoni – conclude il sindaco Ruggero Grassotti – ricordiamo che la Polizia Locale del Comune di Vitorchiano sta già facendo uso delle riprese delle telecamere fisse e mobili, nonché sta analizzando tutti elementi utili tra gli oggetti abbandonati nel tentativo di risalire ai colpevoli così come già fatto in precedenti analoghe circostanze. Premesso tutto ciò, chiediamo aiuto a tutti i cittadini che si trovassero, in futuro, ad assistere o a conoscere dettagli riguardo situazioni di questo tipo, che costituiscono reato ambientale nonché un costo straordinario di cui la collettività purtroppo deve farsi carico. In tal modo sarà possibile fornire alle forze dell’ordine elementi utili per l’individuazione dei responsabili”.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI