Vitorchiano, conclusi gli incontri dell’Officina delle Idee

Si sono conclusi a fine maggio gli incontri dell’Officina delle Idee, nel locale di Via Manzoni messo a disposizione dal Comune di Vitorchiano. Qui numerose attività di natura creativa e ricreativa hanno coinvolto i bambini dai tre anni in su, grazie ai giovani del Servizio Civile ARCI Viterbo.

L’apertura dell’Officina delle Idee era avvenuta lo scorso dicembre, in occasione delle feste natalizie, con la realizzazione di lavoretti a tema: un appuntamento ha avuto ampia risposta nella cittadinanza, tanto che è rimasto costante anche per il periodo di Carnevale e per la festività della Pasqua. Negli ultimi incontri i bambini hanno potuto realizzare creazioni floreali, poi esposte all’interno dell’atrio del Comune nell’ambito della manifestazione “Peperino in Fiore”, svoltasi dal 1° al 3 giugno.

Di fatto con questi primi positivi mesi di attività, l’amministrazione Grassotti ha dato una precisa risposta a molti piccoli utenti e alle loro famiglie, così come peraltro promesso, mantenendo un impegno preso in campagna elettorale; un impegno che proseguirà in futuro per far crescere la qualità ed il livello dei servizi trasformato l’Officina delle Idee in un centro giovanile a 360 gradi.

Inoltre, negli stessi locali comunali, grazie ai ragazzi del servizio civile, è stato attivato un servizio di sostegno ai compiti scolastici svolto in collaborazione con le scuole e condotto con la supervisione dei dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune, svolto da gennaio fino a maggio con tre incontri a settimana. Il centro promuove infatti ogni attività che veda il giovane protagonista, esperienze di cittadinanza attiva, di volontariato e non si escludono piccole esperienze di auto-gestione. All’interno dell’Officina delle Idee coesistono due importanti dimensioni: lo stare ed il fare. Stare per trascorrere il tempo libero, e fare, ovvero portando avanti progetti, iniziative, attività in maniera più strutturata, affiancati da educatori, animatori o volontari di associazioni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI