Viterbo torna ad essere città del bel canto, l’opera lirica in due serate

di Donatella Agostini

Dopo la pausa forzata dei mesi scorsi, Viterbo torna ad essere città del bel canto. E lo fa con un appuntamento prestigioso, su due giorni: venerdì 21 e sabato 22 agosto alle 21 andrà in scena “Cavalleria Rusticana”, la celebre opera di Pietro Mascagni in atto unico, musicata su libretto tratto dall’omonima novella di Giovanni Verga. Il 29 agosto sarà invece la volta di “Tosca” di Giacomo Puccini. Entrambe le opere verranno inscenate nella cornice affascinante di piazza San Lorenzo. L’evento è stato presentato questa mattina in conferenza stampa, a cui hanno partecipato tra gli altri il sindaco Arena, l’assessore alla Cultura De Carolis, il console del Touring Club Vincenzo Ceniti, che ha collaborato alla regia. È stato proprio Ceniti ad affermare con orgoglio la grande viterbesità dell’evento: «È la prima volta che a Viterbo si produce l’opera. È viterbese il direttore dell’orchestra sinfonica, Fabrizio Bastianini; è viterbese il regista, Massimo Bonelli, attento lettore dello spartito e del libretto. Molti componenti dell’orchestra sono viterbesi, o hanno studiato alla Scuola Musicale del Comune di Viterbo, istituita nel lontano 1979. Abbiamo poi una serie di comparse vocali, reclutate nell’ambito di confraternite del territorio – Purgatorio di Gradoli, Madonna del Rosario di Piansano, Gonfalone di Viterbo – che insceneranno una processione solenne di laici e di religiosi all’interno dell’opera». Viterbo offrirà poi come sfondo la sua piazza più ammaliante: «La cattedrale di san Lorenzo, il Palazzo Papale con la sua Loggia, la sala Alessandro IV saranno parte integrante della scenografia. La stessa piazza dove siederà il pubblico sarà a sua volta un palcoscenico», ha aggiunto Giuliano Nisi, presidente di Ventunesimo Secolo, l’associazione che ha curato l’allestimento e che organizza ogni anno il prestigioso concorso lirico “Fausto Ricci”. «Sono orgoglioso di questo progetto perché il soprano che impersonerà Santuzza è una dei vincitori dell’edizione 2018». Una categoria dei premi in palio al concorso Fausto Ricci sono infatti i ruoli d’opera: l’edizione 2019 ha assegnato i ruoli per “Madama Butterfly”, di prossimo allestimento. «Un altro motivo di orgoglio per me è la collaborazione tra Ventunesimo Secolo e l’Accademia delle Arti “Antonio Savastano”, che cura la preparazione tecnico-vocale dei solisti che si accingeranno a salire sul palcoscenico», ha continuato Giuliano Nisi. Il maestro Savastano, che ha avuto tra i suoi allievi anche Antonio Poli – il tenore viterbese famoso in tutto il mondo – ha espresso la sua soddisfazione per gli alti livelli raggiunti dagli artisti. «Sono sicuro che saranno protagonisti di grande spessore. Per me è una grande gioia portare questi ragazzi alla ribalta». Ha partecipato alla presentazione anche Andrea Maurizi, responsabile organizzativo del Teatro Unione per ATCL, il circuito regionale che cura la programmazione di una trentina di teatri nel Lazio. «Queste opere liriche erano già nel calendario del teatro Unione, sospeso a causa del coronavirus, e vengono riprogrammate ora in estiva. Credo che il filo conduttore che caratterizza tutti gli eventi dell’estate, non soltanto quelli di ATCL, sia la caparbietà. Organizzare un’opera lirica è complicato, organizzarla nel rispetto del distanziamento antiCovid è complicatissimo. È un lavoro immane quello che stiamo facendo, ma c’è una grande “fame” di cultura, di eventi e di lirica. Ci sono tantissime persone che chiamano il botteghino felicissime di poter tornare ad assistere ad un’opera. Viterbo ha avuto in passato una grande cultura lirica, che si è mantenuta e che sentiamo anche oggi. “Cavalleria” è quasi sold out». Questi eventi vanno visti anche come una straordinaria opportunità turistica, come ha appunto rimarcato Maurizi: «L’offerta culturale valida di una città è quella che fa sì che la gente torni. Se un turista viene a Viterbo e vede che vi si svolgono anche eventi di spessore, ne parlerà in giro, si fermerà più giorni per assistervi, e soprattutto tornerà». Nell’ottica dell’offerta turistica, Manila Olimpieri di PromoTuscia ha illustrato come Viterbo Città della Lirica possa essere occasione di un’interessante offerta integrata. «Abbiamo creato pacchetti turistici che ruotano intorno agli eventi lirici, ma rappresentano anche un modo per fruire della città sotto molteplici aspetti. Grazie alla collaborazione del Comune, del negozio di prodotti tipici “Ejelo” e dell’associazione Stay in Tuscia, si avrà la possibilità di assistere ai due classici della lirica, di pernottare in un B&B del centro e di degustare specialità locali. Una due giorni in cui si può apprezzare la bellezza storica e artistica della nostra città, le sue tipicità enogastronomiche, con il grandissimo valore aggiunto della musica lirica. Quello che vogliamo veicolare è il concetto chiave del fare rete: dobbiamo coinvolgere tutti gli attori turistici locali per proporre soluzioni e iniziative di qualità e dotare quindi la città di un’attrattività maggiore, puntando sulle sue eccellenze». “Cavalleria Rusticana” sarà anche il saluto affettuoso di Viterbo a Massimo Bonelli – già preside dell’Istituto Colasanti di Civita Castellana – che dopo averne curato la regia volerà a Madrid per dirigere la Scuola Statale Italiana. «È un arrivederci, non ho intenzione di mollare la mia città», ha concluso sorridendo Bonelli, che ha già portato in scena l’opera di Mascagni nei prestigiosi teatri di Taormina e Siracusa. «Cercherò di valorizzare al meglio tutte le risorse a nostra disposizione. Spero di fare un bel regalo a Viterbo, ma prima di tutto lo faccio a me, perché la soddisfazione è tanta».
BIGLIETTI: 1° settore Intero € 45 (+ prev.) Ridotto € 40 (+ prev.)
2° settore Intero € 38 (+ prev.) Ridotto € 33 (+ prev.)
3° settore Intero € 28 (+ prev.) Ridotto € 23 (+ prev.)
4° settore Intero € 15 (+ prev.) Ridotto € 12 (+ prev.)

Gli orari della biglietteria presso il Teatro Unione sono dalle 15 alle 19 dei giorni 20, 27, 28 agosto 2020. Gli orari della biglietteria ATCL presso piazza San Lorenzo sono dalle 18 a inizio spettacolo dei giorni 21, 22, 29, 31 agosto 2020. E’ possibile prenotarsi tramite email all’indirizzo teatrounioneviterbo@gmail.com oppure tramite Whatsapp / Telegram al numero 388 950 6826. Vista la situazione emergenziale in atto i posti dovranno essere assegnati garantendo il distanziamento. I congiunti potranno sedersi vicino, senza obbligo di distanziamento, ma dovranno compilare l’apposito modulo al momento dell’acquisto del biglietto. Il modulo è scaricabile al link https://bit.ly/39A5DhE . La mascherina è obbligatoria. Per altre info visita il sito www.teatrounioneviterbo.it
Per prenotazioni e informazioni sui pacchetti turistici visita il sito www.promotuscia.it o telefona allo 0761.304643

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI