In vino veritas: le Feste del Vino nei borghi della Tuscia

Diego Galli

“Dove non è vino non è amore, né alcun altro diletto hanno i mortali” diceva Euripide nella sua tragedia “Le Baccanti” e mentre le città si spopolano a causa della calura estiva, le Feste del Vino della Tuscia tornano per rinfrescare corpo e spirito con una sempre ricca carrellata di eventi che accompagnerà tutti gli interessati fino al termine del mese di agosto.

Terminato l’appuntamento ad Acquapendente, tenutosi dal 14 al 16 luglio, si prosegue ora con altri sette paesi della zona. Dal 28 luglio fino al 27 agosto, Civitella d’Agliano, Lubriano, Gradoli, Montefiascone, Castiglione in Teverina, Vignanello e Tarquinia proseguiranno i festeggiamenti e le celebrazioni. I borghi medievali verranno invasi da più di 150 appuntamenti folcloristici, degustazioni guidate e stand enogastronomici in grado di valorizzare e dare lustro ai “beni di lusso” della Tuscia.

Ricco di appuntamenti sarà soprattutto questo weekend. Dal 28 al 30 luglio, Civitella d’Agliano, Lubriano e Gradoli (qui si tornerà anche dal 4 al 6 agosto) intratterranno tutti gli ospiti con serate dedicate alle realtà enologiche locali e anche a base musicale; Montefiascone partirà invece dal 29 e farà eccezione, prolungando fino al 15 agosto i suoi appuntamenti. A ricordarlo sono stati i rappresentanti dei tre paesi interessati, tutti presenti alla conferenza tenutasi questa mattina in Camera di Commercio. A Montefiascone, la sera del 15 agosto, sarà anche presente il cantante Gianluca Grignani, vera ciliegina sulla torta per questa serie di intrattenimenti.

Castiglione in Teverina aprirà invece il mese di agosto con degli appuntamenti dal 2 a 6, presentando anche qui degustazioni, momenti dedicati alla musica e spazio ai vini locali, che arricchiranno le vie del centro storico del borgo medievale.

Dal 10 al 15 agosto i festeggiamenti proseguiranno con Vignanello e le cantine locali per poi terminare con l’appuntamento costiero di Tarquinia del “Divino Etrusco” dal 25 al 27 agosto, che terminerà ufficialmente la rassegna enogastronomica delle Feste del Vino della Tuscia 2017. Proprio in queste due ultime location saranno inoltre attivati dei bus navetta per facilitare gli spostamenti di coloro che vorranno partecipare ai vari eventi.

“La Camera di Commercio, per legge, ha dovuto ormai rinunciare a finanziare questi eventi”, ha tenuto a precisare il presidente della Camera di Commercio di Viterbo, Domenico Merlani, ricordando a tutti come ormai l’ente sia stato costretto a tenersi fuori dai giochi. L’impegno resta tuttavia attivo a livello logistico con i molti servizi attivi, e quelli in arrivo, dedicati a tutte le associazioni e le imprese del territorio.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI