Testimonial Day: grande partecipazione all’incontro tra aziende e universitari

Presenti l’11 maggio scorso tutti i direttori dei Dipartimenti e il direttore generale dell’UNITUS , il Testimonial Day era finalizzato ad offrire a studenti, laureandi e laureati un panorama complessivo delle opportunità e dei mezzi a loro disposizione finalizzati all’occupazione o all’avvio di un lavoro autonomo.
“E’ stato un memento importante – ha detto il prof. Alessandro Ruggieri rettore dell’Università della Tuscia- per tutti. L’Università completa il percorso di formazione fornendo ai giovani un an supporto per la costruzione del loro futuro professionale. Oggi abbiamo avuto una partecipazione straordinaria di aziende. Un grande sforzo che ha portato a un grande successo. L’Università – ha aggiunto – ha rilanciato la sua terza missione (seguire i giovani nel post-lauream) rafforzando il proprio impegno per offrire ai ragazzi un prezioso bagaglio per il loro curriculum che si affianchi alla qualità della laurea”.
In apertura dei lavori c’è stata una importante relazione di Luca Crisciotti, CEO di DNV GL Business Assurance, leader mondiale nella certificazione. Il dott. Crisciotti ha sottolineato l’importanza della formazione e dello studio per il futuro dei giovani e lo sviluppo del loro percorso professionale. Ha anche sottolineato come siano determinanti nel lavoro la passione, la motivazione e il coraggio di guardarsi intorno con curiosità cogliendo tutte le opportunità.
L’assessore regionale al Lavoro e alle Pari Opportunità Lucia Valente ha invece spiegato in che cosa consista il progetto “Garanzia Giovani”.
“Si articola-ha specificato- in tre momenti. L’apprendistato di alta formazione, il tirocinio extracurriculare e l’autoimpiego. Il primo si fa mentre si studia in modo tale che insieme alla laurea il giovane abbia questo altro importante titolo. Si effettua presso un’impresa in accordo con l’Università. Il secondo dura 6 mesi durante i quali la regione eroga al giovane 500 euro al mese e serve ad acquisire competenze che vengono certificate. Inoltre sono a disposizione dei giovani 12.000 o 8.000 euro spendibili presso le aziende che li assumeranno. Il terzo, cioè l’autoimpiego, aiuta i giovani a entrare nel mercato del lavoro autonomo e li aiuta a farsi una esperienza.
Anche in questo caso la Regione prevede un finanziamento fino a 50.000 euro per aprire un’attività. “Come si fa a ottenere un sostegno pratico nella creazione di posti di lavoro-ha detto Carlo Hausmann assessore regionale all’agricoltura- è in estrema sintesi l’obiettivo primario del progetto “Garanzia Giovani” che ha varato la Regione Lazio. E’ uno strumento di grande potenza e completamente sfruttabile da parte dei giovani per ogni obiettivo di lavoro.
In particolare-ha aggiunto Hausmann- nel settore dell’agricoltura dove opera il mio assessorato sarà più facile trovare e crearsi il lavoro sfruttando questa opportunità”. Dopo la cerimonia si sono svolti alcuni colloqui tra rappresentanti delle aziende e giovani laureati e laureandi.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI