Sulle vie del tabacco: la necropoli di Castel d’Asso e la baronessa Hubner

 

Un appuntamento dedicato a Castel D’Asso  una delle più suggestive  Necropoli Rupestri Etrusche dell’Etruria Meridionale Castel D’Asso e all’affascinante storia della Baronessa Hubner una grande donna ed imprenditrice che mise in piedi un’importante azienda dando lavoro a tante persone con la creazione di piantagioni di tabacco, e non solo, che dal primo dopoguerra, e fino agli anni Novanta, hanno interessato gran parte delle campagne viterbesi e numerose centinaia di braccianti agricoli, emigrati con le loro famiglie per lo più dal Salento.

Un’attività imprenditoriale difficile, creata a Viterbo, tra gli altri, dalla baronessa Bianca Maria Hubner negli anni Cinquanta. Una produzione legata al controllo, da parte del Monopolio di Stato, delle coltivazioni di pregiate qualità di tabacco (Bright, Erzegovina, Perustitza, Xanti Jakà ecc.), che impegnava i braccianti agricoli per tutto l’anno in condizioni di disagio notevole: dalla semina al trapianto, dal raccolto delle foglie al trattamento e essicazione, fino alla valutazione finale del prodotto che avveniva tramite esperti stimatori e fumatori inviati dal Monopolio.

 

Appuntamento alle ore 8,30 presso l’ingresso della Necropoli Etrusca di Castel d’Asso sita a Viterbo in Strada Procoio.

La passeggiata inizierà alle ore 9,00, accompagnati dalla Guida Turistica e Ambientale Escursionistica Aigae Anna Rita Properzi, in collaborazione con l’Associazione culturale Take Off presieduta da Silvio Cappelli, lungo la via che porta alla chiesa-scuola rurale, ai dismessi stabilimenti di lavorazione del tabacco, per visitare poi la necropoli etrusca, le bellissime meraviglie delle campagne circostanti, e il Castel d’Asso. In questi luoghi l’amore per la natura è un’occasione in più per immergersi in un paesaggio incontaminato fatto di campi, casolari, filari di viti e alberi di ulivi, in cui il silenzio della campagna è interrotto soltanto dai suoni della natura e dai lavori agricoli dell’uomo.

Fine passeggiata prevista per le ore 13.Per chi volesse fermarsi a pranzo c’è la possibilità di consumare un pasto completo, tutti insieme, in convenzione (penne ai fiori di zucca, pollo alla brace, insalata mista, caffè, ½ acqua e ¼ di vino – con possibilità di pasto alternativo per vegetariani e vegani) al costo di 17 euro a persona presso l’antica e caratteristica trattoria “Felicetta” nella vicinissima Strada Terme n. 5.

Informazioni:  Tel. 333 4912669; e-mail: annaritaproperzi@gmail.com

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI