Sottili:“A Pisa esperienza da vendere, ma giocheremo per metterli in difficoltà”

Cristiano Politini

Tanto entusiasmo e voglia di continuare il cammino verso la Serie B, ma per continuare a sognare c’è bisogno di consapevolezza e di giocare ogni partita alla perfezione. Mister Sottili, dopo la vittoria nella magica notte di domenica sera allo Stadio Enrico Rocchi, è apparso già concentrato verso la sfida di ritorno di mercoledì sera che si giocherà a Pisa. “A oggi questo risultato è poco. Abbiamo avuto più occasioni, dovevamo essere più bravi e soprattutto più lucidi, specie nelle occasioni che avute in ripartenza dove eravamo in netta superiorità numerica”.

La Viterbese, dopo un avvio in sordina, ha sbloccato la partita con un gol su punizione di Sini. Il gol ha dato sicurezza ed entusiasmo ai leoni gialloblù che nel secondo tempo hanno mostrato compattezza tra i reparti e maggiore sicurezza nel gioco: “I primi venticinque minuti il Pisa ha giocato molto bene. Sono partiti subito aggressivi e noi abbiamo perso un po’ di sicurezza. Sembravamo la lontana parente della squadra vista contro la Carrarese, sbagliavamo passaggi facili e regalavamo subito il possesso agli avversari. C’è da dire che la palla non era semplice da controllare a causa del terreno di gioco umido, ma loro hanno messo in campo subito molta pressione sul portatore di palla”.

Ora si va a Pisa con la consapevolezza di avere tutte le carte per passare il turno, ma Sottili sa già che sarà una battaglia contro una squadra che ha un grande bagaglio tecnico e che tra le mura di casa sarà spinta da un grande pubblico: “A Pisa c’è esperienza da vendere, per questo sarà un match di ritorno molto intenso. Sono una squadra che ha fisicità e giocate. Inoltre, giocheranno in casa spinti da un pubblico di un’altra categoria. Vogliamo fare di tutto per farli soffrire, noi abbiamo le possibilità e le capacità per metterli in difficoltà. In queste partite conta moltissimo anche l’approccio alla gara e come vivi i due o tre giorni prima dell’evento. Tatticamente la partita non credo che cambierà, a meno che non ci sia un gol nel primo tempo”.

Mercoledì per la Viterbese sarà la quinta gara in diciotto giorni, ma ormai la squadra è abituata al tour de force. Con il Pisa mancherà una pedina fondamentale nello scacchiere di mister Sottili, ovvero Jefferson, squalificato per somma di ammonizioni.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI