Slow Food Viterbo e Tuscia “Ripartiamo dal cibo buono, pulito, giusto e sano per tutti”

 Focus sulla ristorazione mercoledì 13 maggio, alle ore 17, nel primo incontro on line proposto da Slow Food Viterbo e Tuscia su come ripartire dopo l’emergenza Coronavirus.

Ripartiamo dal cibo buono, pulito, giusto e sano per tutti” è il titolo del ciclo di incontri on line proposti da Slow Food Viterbo e Tuscia per approfondire il confronto tra produttori, ristoratori, esperti e consumatori della provincia di Viterbo su come affrontare la ripresa dopo l’emergenza Coronavirus secondo i principi di Slow Food.

Il primo appuntamento è per mercoledì 13 maggio alle ore 17 sul tema della ristorazione.

Nel corso dell’incontro sarà illustrato l’appello di Slow Food Italia “Ripartiamo dalla terra” che contiene proposte concrete a sostegno del mondo della ristorazione e della produzione agroalimentare.

Interverranno: Francesca Litta, referente per la biodiversità di Slow Food Lazio; Alberto Valentini, presidente di Slow Food Viterbo e Tuscia; Carlo Zucchetti, enogastronomo e cofondatore del blog www.carlozucchetti.com; Danilo Ciavattini chef stellato; i Cuochi dell’Alleanza di Slow Food Mario Di Dato del ristorante “O’ Sarracino”, Maurizio Grani del ristorante “Il Moderno”, Ezio Gnisci del ristorante “ll Vicoletto 1563”; i titolari delle osterie “chiocciolate” Marco Ceccobelli dell’Agriturismo “Il Casaletto”, Assunta e Colombo Calistri della “Trattoria del Cimino”, Miriam Mareschi della “Piazzetta del Sole”. Modera l’incontro Luigi Pagliaro, portavoce di Slow Food Lazio.

L’incontro è aperto a tutti. Per partecipare scrivere a viterboslowfood@gmail.com per poter ricevere il link di accesso alla videoconferenza, disponibile via internet da computer, tablet e smartphone.

Negli incontri in programma nelle prossime settimane tanti gli argomenti previsti tra cui piccoli produttori agricoli, caporalato, agricoltura sociale, vitivinicoltura.

 

Per informazioni: tel. 335.7571420 (Alberto Valentini)

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI