Sistema musei di Viterbo Muvi: Osservare come Darwin, ciclo d’incontri

A 140 anni dalla scomparsa del naturalista inglese, il Sistema musei di Viterbo – Muvi, in collaborazione con il sistema museale d’ateneo dell’università degli studi della Tuscia (Sma) e l’orto botanico Angelo Rambelli, dedicano un ciclo di eventi culturali a Charles Darwin e al suo metodo d’indagine basato sull’osservazione diretta.

Gli incontri hanno la finalità di favorire la consapevolezza della larghissima influenza che la rivoluzione darwiniana ha esercitato in ogni campo del sapere e, soprattutto, di mostrare come scienza e arte risultino in molti casi accomunate da una fase osservativa di investigazione della realtà. Infatti la curiosità che connatura l’uomo si traduce spesso nell’ambito scientifico in analisi e nell’arte in ispirazione.

Gli eventi si svolgeranno a Viterbo nei tre siti coinvolti: polo monumentale Colle del duomo, sistema museale d’ateneo e orto botanico Angelo Rambelli.

Il calendario si apre il 12 febbraio alle 11.00 nella sala conferenze del polo monumentale Colle del duomo dove, in occasione del Darwin day, Giuseppe Nascetti, professore ordinario di Ecologia del dipartimento di Scienze ecologiche e biologiche dell’università degli studi della Tuscia, ci condurrà alla scoperta dell’evoluzione delle specie con la conferenza Ibridazione e successi evolutivi: dagli insetti all’uomo.

Il programma proseguirà venerdì 18 febbraio alle 18.30 con la presentazione online (diretta Facebook dalla pagina Muvi – Musei di Viterbo) del libro Darwin del regista e illustratore Stefano Bessoni, mentre sabato 19 febbraio alle 16,30 sarà inaugurata al polo monumentale Colle del duomo la mostra collettiva Landscape. Inside and all around me #3 a cura di Adelinda Allegretti.

Il sistema museale d’ateneo aprirà poi le porte delle sue collezioni sabato 27 gennaio con una visita guidata alle 11.00 e il sabato successivo, 5 marzo, alle 11.00 sarà possibile visitare l’orto botanico Angelo Rambelli e conoscere la grande varietà delle sue collezioni botaniche.

Un ricco calendario di eventi dunque, tra arte e scienza sotto l’illustre esempio di Charles Darwin.

La partecipazione a ogni incontro è libera, ma con prenotazione obbligatoria. Inoltre, è necessario essere in possesso di green pass rafforzato.

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI