Sfortunato l’esordio di Leonardo Bargagli ai Campionati Italiani di Atletica a Rieti

La giovane Promessa dell’Atletica Alto Lazio dopo aver siglato nuovamente il suo PB. e record provinciale assoluto sui 400m. correndo nelle qualificazioni la 1^ batteria dei 400m. nell’ottimo tempo di 48″89, si è visto squalificare dai giudici, per aver toccato la linea interna della sua corsia. Nessuna scorrettezza da parte dell’atleta nell’intento di guadagnare spazio, ma soltanto una piccola disattenzione causata dalla determinazione con cui è entrato nel rettilineo conclusivo della gara, alla ricerca di una buona performance, lo hanno fatto inciampare  in questa regola molto rigida delle corse. Naturalmente da accettare la decisione dei giudici, comunque un vero peccato per l’atleta viterbese, che pur partendo dal penultimo accredito sarebbe riuscito a scalare numerose posizioni di classifica, portando il risultato finale dal 23° al 13° posto. Rimane per Bargagli, dopo aver digerito con un po’ di amarezza il risultato, la soddisfazione per aver ottenuto un ulteriore salto di qualità, solo al primo anno della categoria Promesse, con un crono sotto i 49″00 che apre nuovi scenari per il prosieguo della sua carriera sportiva. All’atleta dell’Alto Lazio va l’incoraggiamento del presidente della società Ermanno Tronti, che lo esorta a superare  rapidamente il dispiacere e rimettersi ad allenarsi con la consueta serietà, alla ricerca di nuovi importanti traguardi sportivi.

Tutte le notizie su www.fidalviterbo.com

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI