Sandro De Palma e Lorenzo Luiselli al festival “I Bemolli sono Blu”

Lorenzo Luiselli

Dal Barocco al Romanticismo con tre celeberrimi compositori, Bach, Schubert e Chopin, rievocati negli straordinari concerti per pianoforte in programma nel weekend, sabato 6 e domenica 7 novembre, alla chiesa di San Silvestro (ore 18). Gli eventi rientrano nell’ambito del quinto Festival “I Bemolli sono blu-Viterbo in Musica” (29 settembre-19 novembre 2021).

– Sabato 6 novembre (ore 18), alla chiesa di San Silvestro, allestita per questa stagione di musica colta come una sala-concerto, il protagonista assoluto è il solista e direttore artistico del festival Sandro De Palma che propone per la serata un delizioso e godibile concerto dal titolo “Suoni della luna” con il quale farà ascoltare di Franz Schubert (1797-1828): Allegretto in do minore D 915; Landler D 366; Drei klavierstuck-opera postuma. E a seguire, il pianoforte romantico di Fryderyk Chopin con Notturni op. 27; Studi op. 25 n.1,2,3; Scherzo n 1 op. 20.

Sandro De Palma, si è formato alla scuola di Vincenzo Vitale, ha studiato con Nikita Magaloff e Alice Kezeradze-Pogorelich e ha debuttato all’età di nove anni con un programma di musiche di Bach, Chopin e Schubert. Tra le tappe più significative della sua carriera da segnalare nel 1983 l’esecuzione integrale degli Studi di Chopin al Festival Internazionale “Arturo Benedetti Michelangeli” nelle sedi di Brescia e di Bergamo, nel 1998 il debutto alla Wigmore Hall di Londra con i 24 Preludi di Chopin. Nel luglio 2010 ha tenuto tre concerti all’Esposizione Universale di Shangaj e in ottobre gli è stato assegnato il Premio “Cimarosa” per la divulgazione delle Sonate dell’autore napoletano. Nell’ottobre 2012 ha effettuato una tournée in Cina per il Festival Piano aux Jacobins. Oltre all’attività di solista, Sandro De Palma ha una particolare predilezione per la musica da camera. Ha eseguito tutte le Sonate per violino e pianoforte di Beethoven e tutta l’opera da camera di Brahms. Tra i violinisti con i quali ha suonato ricordiamo Boris Belkin, Domenico Nordio, Ilja Grubert, Pierre Hommage; tra i violoncellisti Luigi Piovano, Tatiana Vassilieva, tra gli strumentisti a fiato Vincenzo Mariozzi, Wenzel Fuchs, Giampiero Sobrino. Ha collaborato con gli archi e i fiati dei Berliner Philharmoniker, con il Quartetto Prazak, il Quartetto Ebène, il Quartetto Amarcorde. Alla continua ricerca di “tesori sconosciuti” (vedi le programmazioni della 56ª e 57ª edizione del Festival di Spoleto, in cui ha proposto anche autori di rarissima esecuzione quali Decaux e Filtsch), nel corso della lunga carriera ha saputo bilanciare proposte di programmazione originali con le esigenze di coinvolgimento del pubblico. Dal 1999 al 2010 è stato Direttore artistico prima dell’Associazione Musicale del Teatro Bellini di Napoli, poi del Festival Maggio della Musica di Napoli. Nel 2000 ha fondato l’Associazione Musicale Muzio Clementi, di cui è Presidente e Direttore artistico.

– Domenica 7 novembresempre alla chiesa di San Silvestro (ore 18) torna a Viterbo Lorenzo Luiselli (nella foto), enfant prodige ed emergente pianista di 13 anni presentato dal Corso di formazione pianistica ’’Associazione Musicale Clementi”, che, con il barocco viennese, sarà impegnato nella partitura di difficile esecuzione di Johann.Sebastian Bach (1685-1750):Variazioni Goldberg.

Il festival prosegue anche la prossima settimana: giovedì 11 novembre, stessa ora e stesso luogo, per dare spazio ai giovani fiati del Liceo Musicale Santa Rosa di Viterbo, coadiuvati dal maestro Donato Cambò.

La rassegna “I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica 2021” dell’Associazione Musicale Muzio Clementi e la direzione artistica del M. Sandro De Palma ha il sostegno del Fondo unico per lo spettacolo del Ministero per le attività culturali, della Regione Lazio, della Fondazione Carivit, e si svolge in collaborazione con  il Touring Club Italia sezione di Viterbo, l’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Radio Classica e la Rivista Musica, gode del patrocinio del Comune di Viterbo e dell’appoggio tecnico del Conservatorio di Santa Cecilia, di Carramusa Group, Alfonsi Pianoforti, Balletti Park Hotel, Associazione Amici di Bagnaia, Abbazia Cistercense di S. Martino al Cimino – Parrocchia di S.Martino Vescovo, Fotoreporter Bruno Fini.

Il programma è consultabile sul sito www.associazioneclementi.org
I concerti sono fruibili sui canali online dell’Associazione quali Facebook e Youtube, e si svolgono nel rispetto delle disposizioni normative antiCovid-19. Gli spettatori possono assistere a tutti i concerti se muniti del Green Pass o altro documento che verrà controllato all’ingresso.

 

Associazione Musicale Muzio Clementi

I Bemolli sono blu & Viterbo in Musica 2021”

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI