Roberto Marianello: medaglia d’oro per una tesina sul Baseball

Chiara Mezzetti

Roberto Marianello ha 14 anni e nel cuore un campo a forma di diamante. È stata proprio la passione, che, come ha detto lui stesso, gli è stata tramandata dal padre, a spingerlo a dedicare la sua tesina di terza media al Baseball.

Una tesina che gli è valsa una medaglia d’oro FIBS (Federazione Italiana di Baseball e Softball) e i complimenti del direttore, Andrea Marcon, che in una lettera gli ha scritto: “Una ricerca puntuale e precisa, capace di tradurre le emozioni di cui è fatto il Baseball, come anche il Softball. Da quando sono presidente, ho sempre cercato di far passare e mettere al primo posto le emozioni, ancor prima dei gesti tecnici. Complimenti”.

Roberto ha collegato il Baseball a tutte le materie, e affrontato temi quali l’integrazione e il gioco di squadra. «La cosa che mi piace di più è la condivisione di ogni momento, bello o brutto che sia. Il baseball mi ha insegnato tanto, prima di tutto a non arrendermi mai, neanche quando la partita sembra persa. Perché non è finita finché non è finita. Avrò visto il film “42 – La vera storia di una leggenda americana” un centinaio di volte. La storia di Jackie Robinson è un esempio». “42” è un film sul baseball uscito nel 2013, ed è un cult per gli amanti di questo sport. Narra la storia di Jackie Robinson, primo giocatore afroamericano a entrare nella Major League di Baseball nella storia. Inutile dire che sulla casacca portava impresso il numero 42. È a questa storia che si ispira il Progetto 42 della FIBS, attivo da pochi anni, ma che ha già raccolto buone partecipazioni. Il contest si rivolge alle scuole di ogni ordine e grado, ed è aperto a tutti i ragazzi con un’età tra gli 8 e i 18 anni, che vogliano fare un elaborato (testo, immagine, video ecc.) dedicato al Baseball e ai principi di integrazione. Il vincitore di quest’anno è dunque Roberto di Montefiascone, una cittadina della Tuscia in cui il Baseball esiste da più di 50 anni, e che conta una squadra senior che gioca in serie B e ben tre squadre giovanili. «Uno sport che da noi si pratica gratis, e che ha come obiettivo prima di tutto quello di far divertire i ragazzi e insegnar loro i valori del gioco di squadra» ha concluso il presidente della Montefiascone Baseball, Enrico Tassoni.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI