“Raccontare il Medioevo”: due scrittrici per due incontri letterari

Si inizia sabato 3 settembre alle 18:30, in compagnia di Elisa Guidelli, che ci presenterà “Il romanzo di Matilda” (ed. Meridiano Zero), primo romanzo storico che ripercorre la vita della Grancontessa Matilde di Canossa. La vita, i lutti, gli amori, le lotte, la caduta, il riscatto, le violenze e le passioni di uno dei personaggi più affascinanti del Medioevo.
Contessa di un vasto territorio tra Lazio e Garda, ago della bilancia tra papato e impero, entra nell’epocale scontro giocandovi un ruolo dapprima di pacificatrice, poi di aperta sostenitrice della riforma ecclesiastica. Sempre pronta, in nome dei propri ideali, a mettere in gioco poteri e dominio. Intere città le si ribellarono tacciandola di tradimento nei confronti dell’imperatore Enrico IV, suo odioso cugino ed eterno nemico che tentò per una vita intera di punire il suo animo ribelle e sottometterne il provocante corpo di femmina. Per non parlare delle maldicenze sulla peccaminosa “puttana” di Gregorio VII, amatissimo pontefice sotto i cui paramenti ufficiali lei fu sempre in grado di scorgere le umili vesti del monaco e le virili qualità dell’uomo. Accorta protagonista politica, contro le sue lucide intuizioni gioca il suo essere donna. Da ciò due sposalizi destinati al fallimento, il primo con un uomo repellente, il secondo con un impotente ragazzino di cui potrebbe essere madre. Da ciò, infine, la resa al nuovo imperatore Enrico V, disposto a riconcederle il dominio canossano soltanto in cambio della nomina a suo erede.

Domenica 4 settembre alle 17:30 è la volta di Barbara Frale, nota storica del Medioevo, che torna a cimentarsi con il romanzo. Intervistata dalla scrittrice Elisa Guidelli, l’autrice ci parlerà del suo giallo storico in uscita con l’editore Centauria il 1 settembre dal titolo “Il gioco degli arcani”, un romanzo che riporta in vita le atmosfere del primo Giubileo della storia della cristianità.

Roma, anno 1300. Papa Bonifacio VIII ha indetto il primo Giubileo della storia e in una città affollata e in preda alla frenesia non vuole altri problemi. Tanto meno un omicidio. Ma Giovanna Savelli, una delle nobildonne più in vista dell’Urbe, è stata trovata morta, forse avvelenata. E la principale indiziata è la bellissima Immacolata Colonna, che appartiene a una famiglia ostile al pontefice: processarla senza prove certe potrebbe scatenare una rivolta. A chi affidare un’indagine così delicata? Il papa sceglie una strana coppia: suo nipote Crescenzio Caetani, che sogna di diventare medico, e la potente badessa di San Silvestro in Capite. Un braccio, giovane e ardimentoso, e una mente sottile protetta dalla clausura… Ben presto, si delineano due piste distinte. La prima conduce dritta a madamigella Colonna, ai suoi affari di cuore e al suo insidioso fascino. La seconda porta alla misteriosa zingara saracena Zaira, e al mazzo di carte con cui legge la fortuna e si dice dispensi la morte. Passando per il giardino dello scorbutico medico del pontefice, Arnaldo da Villanova, in cui a nessuno è permesso entrare… In questo giallo incalzante, Barbara Frale attinge alle ricche simbologie e agli affascinanti intrighi di un Medioevo ricostruito con passione, per tessere una tela in cui si intrecciano amore e vendetta, politica e magia. «Chi cerca maghi, trova il demonio», dice l’accorta badessa: il diavolo è furbo. Ma la verità trova sempre una via, per quanto tortuosa, per venire alla luce.

Le interviste saranno arricchite da alcune letture di brani, a cura di Giovanna Boccio e Giuseppe Gamberini con l’accompagnamento musicale curato dall’Associazione Culturale Il Palcoscenico di Orte.

Appuntamento presso la sede dell’Associazione il Palcoscenico in Piazza Pietralata, nel cuore del centro storico di Orte.

Per informazioni: Libreria il Gorilla e l’Alligatore tel. 0761.403477 – www.gorillaealligatore.com

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI