Per il coach della Stella Azzurra Umberto Fanciullo, una full immersion con la Nazionale spagnola

Esperienza di grandissimo livello professionale per Umberto Fanciullo che dal 19 al 22 febbraio ha partecipato, in qualità di socio dell’associazione spagnola allenatori e quale unico coach italiano, alla “SEMANA DE ENTRENAMIENTO”, riservata a un ristretto numero di convocati, per assistere agli allenamenti della Nazionale spagnola guidata da Sergio Scariolo, in preparazione delle partite di qualificazione alla Coppa del Mondo che si svolgerà in Cina nel 2019 e che vedrà la nazionale iberica impegnata contro Bielorussia e Montenegro.

Il palazzetto dello Sport di Guadalajara è stata la sede del raduno dove si sono tenute le sessioni di allenamento mattutine e pomeridiane.

I lavori sono stati aperti dalla presentazione del presidente federale spagnolo Jorge Garbajosa, a cui è seguita la prima riunione tecnica con Sergio Scariolo, che ha illustrato in maniera dettagliata la pianificazione della settimana di lavoro (obiettivi e metodologia).

Poi primo allenamento con tutti i partecipanti a bordo campo per analizzare e verificare quanto esposto nel corso della riunione.

Secondo giorno con due sedute di allenamento e riunione con lo staff (assistenti e preparatore) per spiegare nei dettagli il programma di selezione dei giocatori, dal reclutamento al lavoro di sviluppo fisicio e tecnico.

Il preparatore Nacho Coque ha poi illustrato la programmazione fisica, mentre gli assistenti Manolo Aller e Jorge Lorenzo hanno illustrato il meticoloso programma di rilevazione statistica e scouting. Infine Paco Aurioles e Luis Guil hanno esposto la programmazione difensiva ed offensiva.

Terzo giorno con allenamento mattutino e successiva riunione don il Dr Juan María Gavaldá, presidente dell’associazione, per discutere sul mondo degli allenatori spagnoli ed europei e per preparare la riunione della serata con Coach Scariolo.

Nel pomeriggio, altro allenamento sulle situazioni di gioco e la sera riunione tecnica con Sergio Scariolo, un’occasione memorabile dove il coach si è confrontato con gli allenatori presenti, discutendo di tecnica e tattica e rispondendo alle domande dei presenti.

Il giovedì il raduno si è chiuso con l’allenamento della mattina per dar poi modo alla squadra di  trasferirsi in Bielorussia per l’incontro dell’indomani.

“Per me è stata un’esperienza inimmaginabile ed allo stesso tempo indimenticabile – racconta Umberto Fanciullo – La possibilità di studiare in prima persona e a stretto contatto una realtà di primo livello mondiale come quella della Nazionale spagnola mi ha aperto una serie infinita di dubbi, pensieri e riflessioni tecnici e tattici. La fortuna di potermi confrontare quotidianamente con professionisti di tale calibro ha arricchito il mio bagaglio di esperienze in modo esponenziale. La maniacale cura dei dettagli sia organizzativi che metodologici è stata impressionante e mi ha catapultato per quattro giorni in un mondo che anche se tante volte sognato è andato al di sopra di qualsiasi mia più rosea immaginazione. La disponibilità di tutte le componenti ha fatto il resto. Sentirsi parte di un contesto di tal portata è qualcosa che capita difficilmente nella vita di un allenatore. Non posso che ringraziare il presidente Gavaldà e coach Scariolo per aver permesso ad un allenatore italiano delle Minors di sentirsi uno di loro per quattro giorni!”.

 

Ufficio Stampa Pallacanestro Stella Azzurra Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI