Palazzo dei Priori s’illumina di giallo per la Giornata Mondiale dell’Endometriosi

A worker lights torches on a cross outside Rome's ancient Colosseum before Pope Francis leads his first Good Friday Way of the Cross as pope March 29. (CNS photo/Paul Haring) (March 29, 2012) See POPE-GOODFRIDAY March 29, 2013.

Palazzo papale illuminato di giallo per la giornata mondiale dedicata all’endometriosi e i merli di un tratto delle antiche mura del centro storico spenti per la tredicesima edizione dell’Ora della Terra (Earth Hour). Viterbo aderisce a due importanti iniziative in programma sabato 27 marzo. Ne danno notizia il sindaco Giovanni Maria Arena e l’assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini. “Viterbo fa sempre sentire la sua vicinanza istituzionale, e non solo, a iniziative importanti come queste – ha sottolineato il sindaco Arena – .

Un modo per richiamare l’attenzione dei cittadini su importanti tematiche come quella dell’endometriosi, malattia cronica, tipicamente femminile, e sull’evento globale promosso dal WWF, riguardante i cambiamenti climatici, sostenuto e patrocinato dall’Anci.

“Facciamo luce sull’endometriosi, così come recita lo slogan della WorldWideEndomarch, l’iniziativa promossa in occasione del mese della consapevolezza di tale malattia, che ricorre appunto a marzo – spiega l’assessore Allegrini -. Viterbo vuole dare il proprio contributo in termini di sensibilizzazione. E lo fa aderendo a questa giornata, che ha l’obiettivo di informare e favorire la prevenzione rispetto a questa patologia invalidante, che colpisce tre milioni di donne in Italia; secondo le stime, una donna su dieci. E se da una parte accendiamo una luce gialla per partecipare all’iniziativa sulla consapevolezza dell’endometriosi, dall’altra spegniamo i merli di un tratto delle nostre antiche mura civiche per condividere e sostenere l’altro appuntamento, l’Earth Hour 2021, anzi, l’Ora della Terra, per testimoniare l’urgenza e la necessità di contrastare e arrestare il cambiamento climatico”.

Comune di Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI