Ocriculum: un tuffo nella storia romana con Argilla

ocriculum

Se volete scoprire un posto ancora magico, ricco di storia e di scorci naturalistici, l’escursione di domenica 6 settembre fa al caso vostro. L’Associazione culturale Argilla di Civita Castellana vi farà compiere un viaggio nel tempo, un tuffo nella storia romana trasportandovi ad Ocriculum, il porto dell’olio e della legna che riforniva la Roma Imperiale. L’appuntamento è alle 9.30 al parcheggio Belvedere Faleri Veteres a Civita Castellana.

L’antico centro di Ocriculum è sorto in età preromana sull’altura su cui è ubicato anche l’attuale paese. I rapporti commerciali con Roma erano intensi, grazie al vicino porto fluviale sul Tevere, detto “porto dell’Olio” ed alla via Flaminia. A testimoniare l’importanza del porto e di Ocriculum è un peso in pietra di recente rinvenimento, dall’area archeologica, che menziona, un personaggio che svolge l’attività di pensor lignarius addetto alla pesatura dei carichi di ligna, che dovevano raggiungere Roma, percorrendo la via Flaminia, o meglio scendendo lungo il corso del Tevere. Della città romana sono attualmente ancora ben visibili i principali monumenti: l’anfiteatro, le terme del II sec. d.C., di cui è riconoscibile l’aula ottagonale dalla quale proviene il mosaico policromo, ora nella sala rotonda del Vaticano, il teatro, le grandi e piccole sostruzioni, l’area del foro e di altri edifici pubblici come la basilica, di cui nulla rimane in vista.

L’escursione ha una difficoltà di tipo E, per una distanza complessiva di circa sei km e per una durata di circa sette ore compresa la sosta del pranzo. È consigliato vestirsi con scarpe e bastoncini da trekking e portarsi il pranzo al sacco. Gli accompagnatori sono Giampietro Cacchioli e Franco Crestoni. Il costo di partecipazione è di 10 euro, per i bambini fino a 11 anni 5 euro.

Per informazioni 328 2936233.

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI