Necropoli di San Giuliano, ritrovamento di una sepoltura intatta risalente a 2700 anni fa

Si e’ conclusa in questi giorni la terza campagna di scavo condotta da accademici e studenti di archeologia della Baylor University, nell’ambito della collaborazione tra la stessa università americana (Texas), Virgil Academy, la Sovrintendenza Archeologica della Provincia di Viterbo e Etruria Meridionale e il Comune di Barbarano Romano. L’attività di ricerca, che proseguirà nei prossimi anni, si concentra nell’area di San Giuliano, all’interno del Parco Regionale Marturanum, e si articola in due linee distinte e parallele centrate, rispettivamente, sulla necropoli etrusca e sull’antico abitato medioevale. Risultati di estremo interesse sono stati ottenuti da entrambi i filoni di ricerca: i progressi effettuati nel determinare la planimetria complessiva della necropoli (con il censimento delle tombe) e lo studio della fortificazione medioevale sul pianoro di San Giuliano permettono di gettare luce sulla struttura economica e sociale e sulle credenze religiose delle popolazioni che hanno abitato l’area tra l’VIII sec. a.c. e il XIII sec. d.c. (un amplissimo intervallo temporale!). Culmine della campagna di quest’anno è stato il ritrovamento di una sepoltura intatta risalente a circa 2700 anni fa!
GUARDA: https://www.facebook.com/stefano.zamboni.37/videos/10214273640173367/UzpfSTI5NDEyODY2Mzk0MDg3MToxOTYyNTI4OTIzNzY3NDk1/

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI