Natura e movimento” “Outdoor Education 2021, l’assessore Troncarelli in visita a Mgm pool e Tobe

Lo scorso 3 settembre, l’Assessore Regionale al Welfare Alessandra Troncarelli ha visitato gli impianti sportivi della Mgm pool e della Tobe di Viterbo, Strada Castiglione 51, dove si sta svolgendo il progetto “Natura e movimento” nell’ambito dell’Avviso pubblico della Regione Lazio “Outdoor Education 2021”.

Il progetto, partito il 23 agosto e che si protrarrà fino all’11 settembre, elaborato da una Associazione Temporanea di Imprese, di cui fanno parte l’Asd Sorrisi che Nuotano Eta Beta Odv, la Mgm Pool Soc.Sp.Dil. a r.l., la To be Soc.Sp.Dil. a r.l. e la Cooperativa Sociale “L’Arcobaleno a Scuola”, è stato realizzato grazie al contributo della Regione Lazio, nell’ambito di un più ampio programma di interventi che vede la Regione in prima linea nella promozione di interventi progettuali, anche sperimentali ed innovativi, di educazione non formale e di attività ludiche proposti da Enti del Terzo Settore in risposta all’emergenza sanitaria da Covid 19.

Il progetto, che vede la collaborazione della Unità Operativa Complessa Tsmree della Asl di Viterbo, della Confartigianato, della Associazione Viterbo con Amore e dell’Emporio Solidale, prevede tre turni di attività, dal lunedì al sabato, cui stanno partecipando, in ogni turno, 16 bambini in età compresa tra i 6 e gli 11 anni, di cui alcuni in difficoltà e/o con disagio socio economico.

Erano presenti il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena, il Presidente della Confartigianato Andrea De Simone, il Presidente di Viterbo con Amore Domenico Arruzzolo, oltre ai Presidenti degli Enti costitutivi l’Associazione Temporanea di Imprese.

Nel corso della visita l’Assessore Troncarelli ha potuto assistere ad alcune delle attività previste (attività ludico-sportiva, attività sportive in piscina, attività Educative non formali, aiuto compiti, escursioni al lago di Capodimonte), esprimendo la propria soddisfazione per il lavoro svolto.

“È stata una mia specifica volontà, quella di reperire i fondi necessari alla riproposizione del progetto, dopo il successo dello scorso anno, – il commento di Alessandra Troncarelli – nella convinzione della estrema importanza delle attività proposte, in un momento così difficile per il Paese”.

L’assessore ha altresì sottolineato l’importanza della rete territoriale attivata, unica strada per lo sviluppo di realtà progettuali così articolate.

Il sindaco di Viterbo Giovanni Maria Arena, ha voluto sottolineare l’importanza del contenuto fortemente inclusivo ed integrativo del progetto, complimentandosi personalmente con gli Atleti della Asd, Maria Chiara De Angelis e Maria Celeste Carnassale, impegnati nella attività di Assistenti Istruttori.

Il presidente di Confartigianato Andrea De Simone ha espresso la propria soddisfazione per la partecipazione al progetto (l’ANCoS eps ha messo a disposizione un pulmino per l’organizzazione delle escursioni al lago), auspicando ulteriori future collaborazioni.

Il presidente di Viterbo con Amore Domenico Arruzzolo ha sottolineato la possibilità data di inserire alcuni bambini in difficoltà socio economica che, altrimenti, non avrebbero avuto tale opportunità.

“Mi preme in questa sede” – ha ribadito il Presidente della Asd Sorrisi che Nuotano Eta Beta Odv Maurizio Casciani – “ringraziare la Regione Lazio per aver voluto valutare positivamente il progetto, finanziandolo integralmente e scegliendolo tra centinaia di progetti presentati; l’Unità Operativa Complessa di Tutela Salute Mentale e Riabilitazione dell’Età Evolutiva della ASL di Viterbo, che ha collaborato con l’Equipe di progetto per la selezione dei bambini con disagio da inserire nel progetto, e tutte le realtà facenti parte della rete territoriale attivata.”

“Certo, operare in tempi di Covid non è cosa semplice.” – aggiunge il Dr. Jonathan RIGHI, Responsabile di Progetto – “Le procedure di sicurezza e sanificazione sono complesse e vanno rigorosamente rispettate, ma abbiamo potuto contare sulla collaborazione delle famiglie e degli stessi bambini. Riguardo i contenuti, l’accurato lavoro svolto in sede di raccolta dati sui partecipanti al progetto, ha consentito una buona integrazione dei gruppi ed il raggiungimento di quegli obiettivi di integrazione ed inclusione prefissati in sede progettuale”.

Sorrisi che nuotano Eta Beta

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI