Nasce nel Lazio l’associazione internazionale di Grafologia

Dare vita ad una realtà di respiro internazionale finalizzata alla tutela dei professionisti che operano e vogliono lavorare attivamente in un settore in evoluzione come la Grafologia. È questo l’obiettivo alla base della nascita di GREMPASS – Graphological Empirical Association.

Appuntamento a Roma, domenica 27 gennaio, a partire dalle ore 10.00 presso la biblioteca del Museo Nazionale dell’Alto Medioevo – in Viale Lincoln 3 – avrà luogo il Convegno inaugurale e la presentazione della neonata associazione.

Interverranno Beatrice Angeloni, Presidente Nazionale GREMPASS, Marica Palmisano, Vice Presidente dell’associazione e Alfredo Pompei, Segretario GREMPASS. A conclusione dell’evento previsto il contributo del prof. Francesco Bruno, noto criminologo a cui sarà conferita la presidenza onoraria dell’Associazione.

GREMPASS mira a divenire da subito un punto di incontro autorevole per la crescita professionale, l’aggiornamento, lo sviluppo delle competenze e delle capacità dei Grafologi in Italia e nel mondo.
La Grafologia costituisce oggi la disciplina che studia l’uomo attraverso la scrittura. Interpretare la grafia vuol dire sapere cosa vi è dietro il semplice gesto grafico: il sistema neuromuscolare, l’organizzazione psichica, l’intelletto, la volontà, il carattere e tutto l’insieme delle energie diventano espressione dell’uomo che scrive.

Tra le finalità della nuova realtà c’è la necessità di fornire strumenti di condivisione continua in relazione a problematiche, questioni ed interessi legati alla pratica attiva della professione del Grafologo. Allo stesso tempo l’associazione punta ad essere un punto di partenza per chi vuole diventare un Grafologo serio e responsabile. A sostegno delle nuove leve ci sarà spazio per corsi di formazione di base e di livello avanzato che accompagnino gli studenti a lavorare concretamente nello settore di riferimento intrapreso.

Per informazioni sull’evento, aperto a tutti, e sull’associazione stessa è possibile visitare il sito www.grempass.org.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI