“L’isola del rispetto”, inaugurazione dell’opera intitolata a Silvia Tabacchi, vittima di femminicidio

Sarà inaugurata mercoledì 25 novembre alle 10.30 in via Marconi, a Vasanello, “l’isola del rispetto”, un’opera pubblica dedicata alla memoria di Silvia Tabacchi, vittima di femminicidio nel 2017.

L’installazione, ideata dall’artista viterbese Stefano Di Maulo e realizzata dal maestro artigiano fabbro Emanuele Pomi, è stata fortemente voluta dall’amministrazione comunale, dall’associazione Donna Olimpia e dai genitori di Silvia, brutalmente uccisa a soli 28 anni.

A lei l’associazione Donna Olimpia dedica ogni anno un bando di concorso riservato agli studenti delle scuole secondarie viterbesi di primo e secondo.

“L’isola del rispetto” consta di tre opere di arredo urbano: una colonnina-distributore che ogni anno conterrà le pubblicazioni del concorso “A Silvia”, una panchina su cui sedersi per leggere gli elaborati e un lampione che consentirà la lettura anche di notte.

Il trittico in ferro avrà dunque un valore altamente simbolico: al di là del semplice abbellimento di uno spazio pubblico, il lampione rappresenta il faro della cultura per combattere l’oscurità del male e dell’ignoranza, mentre la “panchina rossa” decorata dai simboli del maschile e del femminile, dell’infinito e della pace, intende coniugare l’arte alla simbologia e agli ideali dell’amore universale, rispondendo in tal modo all’esigenza sempre più pressante di utilizzare tutti i linguaggi per sensibilizzare i giovani ed educarli al rispetto nei confronti delle donne.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI