L’Anfora attica a figure rosse figure rosse, 500 – 490 a.C. rinvenuta a Vulci allo Staatliche Museum di Berlino

Il mondo di Vulci, ruota intorno al mondo , tanti i reperti di Vulci esposti fuori da Vulci.
Come quell’Anfora attica a figure rosse, 500 – 490 a.C. attribuita al pittore di Berlino, nome convenzionale dato da Sir John Beazley ad un ceramografo attico attivo ad Atene tra il 500 e il 460 a.C. Conservata nello Staatliche Museum di Berlino, rinvenuta a Vulci. Su di un lato è rappresentato Hermes, un satiro ed un cerbiatto, sull’altro un satiro in atto di suonare la cetra. Le predilezioni del pittore sono per vasi di grandi dimensioni che permettono di isolare le figure per farle risaltare al meglio, creando contrasti di grande eleganza.
Fonte e foto: http://www.vulci.it/.
Si comunica che, ai sensi del Dpcm del 3 dicembre 2020 (art. 1, co. 10, lett. r), i servizi di apertura al pubblico del Parco di Vulci rimangono sospesi fino alla data del 15 gennaio 2021.
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI