“Lago di Bolsena air show”: la punta della 60esima edizione della Fiera del Vino

Chiara Mezzetti

Si avvicina la prova del nove per l’Amministrazione Comunale di Montefiascone, che dopo un anno e mezzo di preparativi, vedrà sfrecciare sul lago di Bolsena la Pattuglia Acrobatica Nazionale. L’evento si svolgerà il 4 e 5 agosto prossimi, occupando tutto il lungolago di Montefiascone e comprendendo anche parte di quello di Marta. Si chiama “Lago di Bolsena air show” ed è la punta di questa 60esima edizione della Fiera del Vino. Il sindaco, Massimo Paolini, ci tiene a precisare però che non si tratta solo di uno spettacolo emozionante, bensì di una «commemorazione dei nostri compaesani piloti caduti in servizio. Paolo Scoponi deceduto nell’ 88, Piero Giraldo nel ’93, Gino Bartali nel ’54 e Paolo Lozzi nel 2014». In loro onore sarà inaugurato un monumento il 4 agosto alle 10:30 sul lungolago di Montefiascone. A seguire, dalle 11:30 alle 16:00, ci saranno le prove di volo. Il 5 alle 11:30 inizierà il volo acrobatico vero e proprio, e terminerà alle 16:00. Sarà possibile seguire una diretta streaming dell’evento sulla pagina Facebook del Comune di Montefiascone. L’esibizione aerea si svolgerà all’interno di una pista segnata dalle boe, a 350 m dalla riva e lunga circa 3 km. «Sono previste circa 50.000 persone» ha commentato l’assessore Fabio Notazio. Alle perplessità logistiche e i dubbi sulla capacità e la gestione di un così grande numero di utenti previsti, ha risposto l’assessore Paolo Manzi, spiegando la disposizione di tre aree di parcheggio, per un totale di 20.000 posti auto e 40 ettari di terreno (a pagamento, 5€). Spazi molto ampi che si ricollegheranno al lungolago di Montefiascone con aree parcheggio con navette gratuite per tutti . I tre parcheggi saranno: presso Località La Valle, Località Fondaccio (Caseificio Di Biagio Formaggi) e Strada delle Madonne (Marta).  Un evento insomma in pompa magna, visto anche il recente successo del Ladispoli air show che ha smosso migliaia di spettatori. «Il pubblico cui si rivolge principalmente il “Lago di Bolsena air show” è il bacino toscano e umbro, oltre che locale naturalmente» ha sottolineato Notazio. Un’operazione che è costata all’Amministrazione un anno e mezzo di lavoro e finanziamenti importanti, e che ha coinvolto circa 45 enti diversi, in una collaborazione stretta tra politica, forze dell’ordine e privati.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI