L’Active Network cala il settebello contro lo Sporting Sala Casilina

di Valentino Cesarini

Goleada dell’Active Network nella prima giornata di ritorno. Al Palacus i campani del Sala Consilina sono stati annientati con un netto 7 a 1, nonostante le diverse assenze nella compagine di mister David Ceppi. Una prova perfetta quella dei viterbesi, che sin dai primi secondi hanno tenuto il pallino del gioco, concedendo poco o nulla agli avversari.

La classifica si fa sempre più interessante per i viterbesi che rimangono in prima posizione con ben 7 punti di vantaggio sul Benevento, che ha le stesse partite della capolista. Più indietro, il Pomezia a quota 23 punti (ma con due gare in meno), Cus Molise a 22 (una gara in meno) e la coppia Genzano (due gare in meno) e Lazio (con tre gare in meno) a quota 21.

La gara del Palacus contro il Sala Consilina poteva essere insidiosa perché i campani hanno allestito una rosa di primissimo ordine con nomi importanti, ma l’Active è stata praticamente quasi perfetta. Senza Romano (squalificato) e Cachon (infortunato) e con Lepadatu a mezzo servizio, i viterbesi sono partiti forti con il legno colpito da Lamedica dopo pochi minuti. La risposta degli ospiti sono state due conclusioni di Abdala e Manfroi, ma con uno straordinario Mambella a chiudere lo specchio della porta, anche con l’aiuto del palo.

Gara che si sblocca al minuto 12’10’’ quando Persec supera un avversario e trafigge Gallon. Il vantaggio dà ulteriore fiducia ai locali, mentre spegne le poche idee dei campani, che dopo due minuti subiscono il 2 a 0 ad opera di Lamas con una conclusione perfetta dalla lunghissima distanza, che beffa l’estremo difensore.

Nella ripresa, i ragazzi di Cafù provano a rialzare la testa, ma Lamedica dopo un minuto e quaranta secondi fissa il punteggio sul 3 a 0. Partita in cassaforte, anzi, nel giro di due minuti (dal 7’ al 9’) Lamas, Curri e Lepadatu portano il punteggio sul 6 a 0. Il Sala Consilina prova il portiere di movimento con undici minuti da giocare, ma a parte il goal della bandiera di Leitao al 14’47’’ non riescono più a rendersi pericolosi. Nel finale, a dieci secondi dal suono della sirena, George Lepadatu firma la sua doppietta personale fissando il punteggio sul 7 a 1.

“Sapevamo che sarebbe stato un match difficile perché loro sono una squadra costruita per fare bene in campionato. Noi, però, abbiamo dato il 100% nonostante le tante assenze”. Queste le parole del nazionale rumeno Lepadatu al termine del match.

Sabato prossimo, Covid permettendo, la squadra di Ceppi farà visita alla Fortitudo Pomezia, squadra costruita da campioni e con l’obiettivo di vincere il campionato. Sarà una super sfida, fra due ottime squadre…

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI