La Belli 1967 Landscape vince il derby

Belli 1967 Landscape Viterbo – Gruppo Stanchi Athena Roma – 66 – 45
Belli 1967 Landscape: Martin 15 (0/2,5/7), Grimaldi 6 (0/2,2/2), Bevolo (0/3,0/2),
Veinberga 18 (7/11,1/6), Gasbarri 6 (3/5,0/1), Boccalato (0/2,0/3), Patanè 7
(2/5,1/1), Cirotti (0/5,0/1), Pasquali 3 (0/2,1/6), Spirito 3 (0/1,1/1), Stoichkova 8
(2/5,1/1), Firrito (0/1 da due). All. Scaramuccia
Athena Roma: Camarda ne, Bonuglia, Panniello 4 (0/7,1/4), Hernandez Pepe ne,
Introna 6 (0/2,1/6), Cutrupi 6 (1/7), Raiola 7 (0/1,2/6), Vanin 9 (4/9), Penna, Perrotti
13 (2/11,1/4). All. Goccia
Arbitri: Biagio Napolitano di Quarto (NA) e Danilo Correale di Atripalda (AV)
Note: Tiri liberi Belli 1967 2/6, Athena 16/27. Rimbalzi Belli 1967 51 (Veinberga 10),
Athena 51 (Vanin 12). Parziali 10’ (14-11), 20’ (31-23), 30’ (52-29). Uscita per 5 falli
Cutrupi (Athena).
Grazie a un terzo periodo da 21-6 e a una serata particolarmente ispirata nel tiro
dalla lunghissima distanza (12 triple a bersaglio con quasi il 40% totale), la Belli 1967
Landscape centra il secondo successo stagionale nel campionato di serie A2 di
basket. Dopo la High School Basket Lab tocca a un’altra formazione romana,
l’Athena di coach Francesco Goccia, che si presenta al PalaMalè con un organico
decisamente rimaneggiato e riesce a rimanere a contatto solo nei primi due parziali
con i punti di Perrotti e la buona presenza sotto i tabelloni di Cutrupi e Vanin,
entrambe oltre la doppia cifra in fatto di rimbalzi.
Viterbo, dal canto suo, può applaudire una prestazione molto convincente da parte
di tutto l’organico, con Ieva Veinberga in doppia doppia di punti (18) e rimbalzi (10) e
la play Veronica Martin in versione cecchino da oltre l’arco con cinque conclusioni
pesanti. Ci sono state anche le loro firme, oltre all’energia di tutte le giocatrici
chiamate sul parquet nel break di 11-2 che ha aperto il terzo periodo e ha
sostanzialmente chiuso i conti.
Nel quarto periodo il tecnico di casa ha concesso spazio a tutta la panchina ma
l’intensità non si è abbassata come accaduto in altre occasioni: anche le più giovani
hanno messo sul parquet la giusta determinazione e così il distacco è rimasto ampio
e di assoluta sicurezza.
Grazie a questa vittoria, la Belli 1967 Landscape sale a quota quattro punti,
posizionandosi in una zona più tranquilla della classifica e ricevendo una bella
iniezione di fiducia in vista dei prossimi match, a cominciare dalla trasferta di sabato
prossimo sul parquet di Faenza. Sarà il primo impegno di un trittico decisamente
impegnativo che proporrà alle viterbesi anche la gara casalinga contro Umbertide e
la trasferta a La Spezia e servirà a misurare i progressi delle ragazze di coach Carlo
Scaramuccia.
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI