Inaugurato lo Spazio Attivo a San Faustino il quartiere multietnico

Una apertura quella voluta da Chiara Frontini (Viterbo 2020)che deve significare presenza, ascolto attività, progetti condivisi, vita sociale in un quartiere che non vuole essere discriminato . “Questa apertura vuol significare un nuovo segnale di rilancio per dimostrare a tutti che non ci fermiamo e non ci fermeremo finché non raggiungeremo il nostro obiettivo che è Viterbo” ha dichiarato l’esponenti di punta del Movimento 2020 che nel caldo sabato pomeriggio di giugno ha aperto il proprio spazio al civico 14 di via delle Piagge nel quartiere multicultura di San Faustino. Al taglio dl nastro gli attivi compagni di viaggio, Patrizia Notaristefano, Alfonso Antoniozzi e Letizia Chiatti. “Stiamo mettendo in vita le attività che andranno a coprire l’arco settimanale perché il quartiere vuole essere vissuto”. E gli abitanti sono arrivati incuriositi ma anche pieni di speranza. “Raccoglieremo in questo Spazio le proteste, le proposte, le iniziative e i progetti. Dobbiamo essere tutti pronti a restituire alla città ciò che ha da mettere in comune afferma la combattiva Chiara Frontini. Si deve essere uniti nel bene comune.
Proprio di fronte c’è il Biancovolta di Arci altro spazio  con altrettanti progetti pronto a partire con i suoi murales.
A San Faustino urgono risposte per riportare il quartiere alla sua antica bellezza. L’identità e prospettiva del quartiere sono i punti di partenza da declinare in attività e confronto, per ricreare il senso di comunità e di appartenenza. Dice quasi sottovoce una signora residente nel quartiere, sarebbe bello un concorso Balconi fioriti per i più bei balconi fioriti dei quartiere. Magari non costituisce la priorità, ma è una idea di vita di colore, che il quartiere estende. Per realizzarla serve la partecipazione. E il quartiere è pronto per ripartire basta non lasciarlo solo.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI