In Via delle Piagge a San Faustino i nuovi numeri civici un segno di vitalità

Una domenica in cui la pioggia insidiosa non ha concesso l’ampio respiro e i flussi di pubblico che avrebbe reso una giornata soleggiata. Ma tutto è avvenuto nel rispetto del programma.
La Fontanella e la brocca risanata” ha avuto il suo regolare svolgimento.
E’ stato l’assessore Laura Allegrini a presidiare alla posa in opera del civico numero 1 in via delle Piagge, parte dei numeri civici in ceramica usciti dal laboratorio di Roberta Felci.
Buona parte della via ha da questa domenica 22 settembre posizionati i nuovi numeri autorizzati dall’Amministrazione comunale di Viterbo che ha patrocinato l’evento rendendo possibile che nessun abitante dovesse spendere alcuna cifra.Un segnale partecipativo frutto della sensibilizzazione dello stesso assessore Allegrini che ha prontamente risposto all’iniziativa proposta dalla Ceramista Felci ideatrice dell’evento.
Un segnale che dà voce ad un quartiere disgregato e cerca di renderlo unito.
Le condizioni meteo non hanno frenato lo svolgimento degli appuntamenti programmati nell’evento, le dimostrazioni sono regolarmente avvenute negli spazio del Biancovolta reso disponibile da Arci, in cui si sono svolti i laboratori e le sperimentazioni con i maestri ceramisti Calandrini e Giannoni. Qui hanno dato pure sfoggio alle loro creazioni i giovani della Cooperativa Sociale Integra.
Al 28 di via delle Piagge corrispondente al laboratorio di Ceramica sono avvenute le dimostrazioni dei bambini seguiti  dalla stessa Roberta Felci, per loro manipolare l’argilla è un’esperienza creativa e sensoriale davvero unica, libera, autonoma, che ha visto coinvolti bambini come Matilde che non faceva altro che ripetere, “ha un buon profumo, è piacevole, è fresca, morbida. E la Maestra li vicino a spiegarle che l’argilla è una materia affascinante, non solo per la sua straordinaria plasticità, ma anche perché si trasforma in modi diversi sotto l’azione dell’acqua si scioglie e all’aria si asciuga. Quest’ultimo aspetto, in particolare, ha particolarmente entusiasmato i bambini.
Soddisfatta Roberta Felci che ha visto la sua creatura, i suoi numeri civici prendere forma e rappresentare quella “Fontanella e brocca risanata” eletta a simbolo della via, fontanella che si trova proprio all’inizio della stessa via delle Piagge, affinché tutti ne abbiano cura e ne difendano il decoro, contrariamente a quanto comunemente avviene che la vedono trasformata in un deposito di rifiuti.
Da oggi chi si trova a passare lungo la via delle Piagge troverà un segno di vitalità . E come dice la ceramista Roberta Felci: “Sono soddisfatta abbiamo dato un segno di entusiasmo importante alla nostra via, sono certa che l’amministrazione comunale e soprattutto la sensibilità dell’assessore Allegrini non si fermerà qui e nuove iniziative arriveranno”.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI