Immatricolazioni a.a. 2018/19, tutte le novita di Unitus

Con l’approssimarsi dell’inizio dell’a.a. 2018/19, nel quale presso l’Ateneo saranno attivi tre nuovi corsi di laurea magistrale, rispettivamente, Biotecnologie Industriali per la Salute e il Benessere LM-8 (DIBAF-DEB), Economia Circolare LM-76 (DEIM) presso la sede distaccata di Civitavecchia e Informazione Digitale LM-91 (DISUCOM). I nuovi corsi magistrali saranno il completamento di filiere formative già attive, su argomenti di grande attualità. A partire dal 1 agosto u.s. è possibile effettuare l’immatricolazione che, grazie al nuovo programma gestionale, è completamente on line, per agevolare i fuorisede, in linea con le politiche di Ateneo orientate alla completa digitalizzazione delle procedure. Dopo aver effettuato la registrazione sul nuovo portale dello studente
al seguente link:
https://studenti.unitus.it/WorkFlow2011/Logon/Logon.aspx?ReturnUrl=%2f è possibile procedere all’immatricolazione/iscrizione attraverso pochi e semplici passaggi in sequenza, all’esito dei quali viene richiesta la modalità di pagamento, effettuato il quale la procedura di immatricolazione può definirsi “perfezionata”. Per agevolare tutti gli interessati, l’ateneo ha realizzato un tutorial
al seguente link:
http://www.unitus.it/it/unitus/segreteria-studenti/articolo/tutorial-immatricolazioni-aa-20172018 dedicato alla procedura di immatricolazione on line.
Riguardo il pagamento delle tasse, per l’a.a. 2018/19, per essere ancora più vicini alle famiglie, l’Ateneo ha deciso di portare a € 15.000,00 il tetto per l’esenzione completa dalle tasse fissata, dalla legge di stabilità, a € 13.000,00. La disciplina tasse e contributi prevede un contributo onnicomprensivo annuale variabile in funzione della situazione economico – patrimoniale (valore ISEE), del corso di studio, del numero di anni di iscrizione, del numero di CFU conseguiti entro il 31.10.2018, della tassa regionale per il diritto allo studio e dell’imposta di bollo. Il tutto, in base alla fascia di appartenenza, stabilita sulla base di reddito e merito. Quale importante agevolazione, chi si laurea nei tempi prescritti dagli ordinamenti ha diritto al rimborso, a richiesta, del 30% del contributo versato nell’ultimo anno di iscrizione. Inoltre, a partire dall’a.a. 2019/20, sarà ulteriormente ampliata la rateizzazione dell’importo.
PER MAGGIORI INFO:
https://www.unitus.it/it/unitus/immatricolazioni/articolo/tasse-e-contributi
L’Ateneo per il nuovo anno accademico interviene anche sull’Erasmus. Nell’ottica di favorire l’internazionalizzazione “in uscita”, al consueto contributo concesso dall’agenzia Erasmus, pari a € 275,00, l’università aggiunge da € 112,00 a € 280,00 in base al reddito degli studenti. Per favorire quella “in entrata” invece, altra fondamentale novità, riguarda il futuro avvio di pacchetti di insegnamenti in inglese all’interno di vari corsi di studio, quale ulteriore potenziale per l’accrescimento dell’attrattività di studenti stranieri.
Rimane molto alto il livello della percentuale degli studenti laureati, pari al 93,4%, una delle più alte in Italia, soddisfatto del corpo docente. Un risultato eccellente che incoraggia la scelta dell’università della Tuscia per svolgere il proprio percorso di studio. A dimostrazione del valore dell’Ateneo e della costante ricerca, da parte di tutto il personale docente e tecnico amministrativo, del miglioramento dei servizi offerti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI