Il Rettore Ubertini rassicura gli studenti: dal 9 marzo l’attività didattica in e-learning

La lettera indirizzata ai suoi studenti dal Rettore dell’Università della Tuscia Stefano Ubertini:

Carissimi,

sono lieto di potervi annunciare che il nostro Ateneo, con un grande sforzo organizzativo, sarà in grado di riprendere l’attività didattica – seppur gradualmente – a partire da lunedì 9 marzo in modalità e-learning. L’Unità Servizi Informatici ha infatti messo a punto una procedura che consentirà ai docenti di registrare in audio o in audio-video le lezioni tramite il loro PC e renderle fruibili agli studenti tramite la piattaforma Moodle, insieme al resto del materiale didattico.

Tali attività saranno a tutti gli effetti da considerarsi curriculari ai sensi del DPCM del 4 marzo 2020 che per l’appunto prevede che “nelle Università […] per tutta la durata della sospensione, le attività didattiche o curriculari possono essere svolte, ove possibile, con modalità a distanza, individuate dalle medesime Università e Istituzioni, avuto particolare riguardo alle specifiche esigenze degli studenti con disabilità”.

Vi confermo, inoltre, che tutte le attività didattiche che non sarà possibile erogare in forma telematica, inclusi esami ed esoneri, saranno recuperate successivamente al ripristino dell’ordinaria funzionalità. Tutti saranno messi nelle condizioni di proseguire regolarmente il proprio percorso formativo.

Le istruzioni operative saranno disponibili a questo link entro la giornata di venerdì 6 marzo:

moodle.unitus.it/onlinelearning

Vi informo anche che i servizi tecnici e amministrativi sono regolari, con la raccomandazione di utilizzare prevalentemente le modalità telematiche (email e telefono) e di recarsi presso le segreterie solo previo appuntamento e se strettamente necessario, urgente e indifferibile.
Confermo anche che le attività di ricerca, in Ateneo e nei dipartimenti, funzionano regolarmente.

Permettetemi di ringraziare tutto il personale tecnico-amministrativo che con grande sforzo continua a garantire l’attività didattica a tutti i nostri studenti e l’attività amministrativa dell’Ateneo, in una situazione di emergenza nazionale.

Un caro saluto,

Stefano Ubertini

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI