Il consigliere Scardozzi incontra la direttrice di Villa Lante, dal recovery plan richiesta di 300 mln per sistemazione parchi

La  nota del consigliere comunale Antonio Scardozzi a seguito del colloquio avuto con la direttrice di Villa Lante, arch. Marina Cogotti.
Ieri ho avuto un proficuo incontro con l’architetto Marina Cogotti, direttrice di Villa Lante. Ho ricevuto delle notizie chiare, concrete e rassicuranti. Abbiamo parlato delle varie criticità che riguardano Villa Lante e anche dei lavori che dovranno essere realizzati nei prossimi mesi. Alcuni anche prima. La direttrice Cogotti mi ha infatti rassicurato sullo stanziamento di 250mila euro, somma destinata alla manutenzione del giardino all’italiana, intervento che la prossima settimana si concretizzerà con la consegna dei lavori alla ditta che si è aggiudicata l’appalto. C’è anche un ulteriore stanziamento di 300mila euro, di cui una piccola parte sarà destinata ai lavori di mappatura e sistemazione dell’impianto idrico delle fontane, mentre la restante parte, più consistente, sarà per la sistemazione del parco esterno. E proprio nel parco è in corso una verifica al patrimonio arboreo da parte di un agronomo, per appurare lo stato delle alberature presenti. A breve dovrebbe essere ultimato. Verosimilmente per settembre, salvo imprevisti, potrebbero partire i lavori nel parco. Interventi che consistono nell’eventuale abbattimento di piante pericolose e malate, nella sistemazione dei viali e del sottobosco, nella realizzazione di sedute e percorsi ginnici. I lavori, secondo l’architetto Cogotti, potrebbero terminare entro la fine dell’anno. Per quanto concerne il muro caduto su strada Chiesuola, al momento è stata individuata una soluzione tampone, comunque efficace a evitare l’ingresso alla fauna selvatica. Si è in attesa di fondi per la ristrutturazione dello stesso muro, con le tempistiche dettate dal ministero in quanto si parla di un intervento strutturale.
C’è infine una buona notizia che trova fondamento nel recovery plan. Lo Stato ha richiesto all’Europa 300 milioni da destinare alla sistemazione dei parchi e dei giardini di interesse nazionale. Villa Lante ha tutti i presupposti per poter rientrare tra i beneficiari di tale fondo speciale. E su questo la direzione regionale musei Lazio sta infatti lavorando. Sono previsti infine interventi all’impiantistica del parco, sia per quanto riguarda il sistema antincendio e l’illuminazione. Interventi necessari per permettere a Villa Lante di ospitare eventi culturali e iniziative aperte al pubblico, che consentirebbero di far vivere e apprezzare ancora di più questo nostro gioiello, votato nel 2011 come parco più bello d’Italia.
Quello di ieri è stato un incontro molto cordiale e per questo voglio ringraziare pubblicamente l’architetto Cogotti, sia per le informazioni e gli aggiornamenti forniti e sia per la grande disponibilità e la preziosa collaborazione mostrata.
Antonio Scardozzi
Consigliere comunale
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI