Il centro di Viterbo si trasforma in un megaset cinematografico, gira George Clooney

Donatella Agostini

Il centro di Viterbo si trasforma in un megaset cinematografico: tra il 1 e il 4 agosto infatti tutti i centri nevralgici del nostro centro storico saranno teatro per le riprese di “Catch – 22”, la miniserie in sei episodi prodotta dalla Paramount e diretta da George Clooney in uscita nel 2019. Di conseguenza, in alcune zone e in certi orari verrà interdetto il parcheggio e la circolazione pedonale.  «Ci saranno dei disagi per i cittadini, ma per avere una ribalta mediatica di tali proporzioni ritengo sia necessario da parte nostra – amministrazione e cittadinanza – sopportare qualche sacrificio», ha esordito il neosindaco Giovanni Arena intervenuto alla conferenza stampa sull’evento, presenti gli assessori allo Sviluppo Economico Alessia Mancini, alla Cultura e Turismo Marco De Carolis, Claudia Nunzi con delega alla Polizia Locale. Ma vediamo quali sono le indicazioni previste dall’ordinanza:

  • Dalle ore 8.00 del giorno 01 agosto 2018 alle ore 5.00 del giorno 4 agosto: parcheggio interdetto e divieto di sosta con rimozione coattiva, nelle seguenti vie e piazze cittadine:

piazza San Lorenzo, via San Lorenzo, via dell’Ospedale, piazza del Plebiscito, via dei Magazzini, via Roma, via Cavour, piazza delle Erbe, via Ascenzi, via Chigi, via del Gesù, via Santa Maria Nuova, piazza Santa Maria Nuova, piazza del Gesù, via dei Pellegrini, via Cardinal La Fontaine (dal civico 17 al civico 21), piazza don Mario Gargiuli, piazza della Morte, via Pietra del Pesce, piazza San Carluccio, via San Carluccio, piazza San Pellegrino, via San Pellegrino; piazzale Martiri d’Ungheria zona parcheggio Francigena per allestimento Campo Base; piazza Paracadutisti della Folgore (area adibita a parcheggio Valle Faul) per parcheggio macchine della produzione.  Dalle 8.00 del primo agosto alle 5.00 del 4 agosto è stato predisposto un servizio di navette gratuite che partendo ogni mezz’ora dallo Stadio di via della Palazzina, ove si potrà parcheggiare gratuitamente, si dirigerà verso il centro storico, permettendo alle persone di continuare a svolgere la loro attività senza troppi disagi.

  • Dalle ore 8.00 del giorno 01 agosto 2018 alle ore 24.00 del giorno 3 agosto: parcheggio interdetto e divieto di sosta con rimozione coattiva in via Sant’Antonio tra il civico 18 e il 20 (due stalli di sosta).
  • Dalle ore 12.00 del giorno 2 agosto 2018 fino a cessata necessità: transito veicolare interdetto in via Cavour, con deviazione in via delle Fabbriche a sinistra e in via Saffi a destra.
  • Dalle ore 7.00 del giorno 2 agosto fino alle ore 5.00 del giorno 4 agosto potrà essere momentaneamente interrotto il transito pedonale nelle vie di cui al primo punto (previste comunque brevi finestre temporali di interdizione).

Ovviamente tutte le aree rimarranno sempre accessibili ai mezzi di soccorso. Circoleranno circa 50 capre, 2 mucche e un asino, nonché mezzi militari, motociclette e auto civili come Rolls e Limousine. «Per quanto riguarda l’interdizione al traffico pedonale, tengo a precisare che non abbiamo intenzione di sequestrare la gente!», ha aggiunto scherzosamente Fabio Ferrante, location manager della produzione intervenuto alla conferenza. «Nel momento in cui un residente si trovi a dover uscire di casa o rincasare, il massimo che può accadere è che debba aspettare qualche  minuto che si concluda la ripresa. E per quello che riguarda l’asse piazza s. Lorenzo –  piazza della Morte, sempre rispetto alla circolazione pedonale, abbiamo coinvolto le fonti di interesse pratico: chiesa, museo, bookshop, che rimarranno chiusi fino alle 15. La zona fino a quell’ora non avrà attività». Per quanto riguarda piazza del Plebiscito, le riprese sono previste in orari coincidenti con la chiusura dei negozi. Complice anche il fatto che molti viterbesi sono in vacanza e la città è poco popolata, si prevede un disagio relativamente limitato. «La polizia locale sarà presente sul territorio durante le riprese e interverrà a favore dello smaltimento del traffico presso le deviazioni», ha aggiunto l’assessore Nunzi. «Si sono messi a disposizione i volontari della Protezione Civile, che accompagneranno soprattutto anziani e disabili. Saremo una squadra molto attiva, e tutti insieme cercheremo di ridurre al minimo i disagi per la popolazione, per quella che sarà una grandissima occasione per tutta la città». E in termini di grande occasione per Viterbo si è espresso anche Marco De Carolis, che ha rivolto un ringraziamento ai rappresentanti della produzione: «Da assessore alla Cultura, al Turismo e alla Film Commission vi ringrazio per aver scelto Viterbo come location. È per noi un motivo di grande orgoglio la presenza della Paramount e di un cast di tale  livello. Queste produzioni internazionali sono strumenti straordinari per la promozione del territorio, e l’amministrazione farà di tutto per  continuare sulla strada che in passato ha visto già produzioni televisive importanti come il Maresciallo Rocca. Spero che nel prossimo futuro altre produzioni seguano il vostro esempio: noi siamo a disposizione». Una grande opportunità di promozione e anche e soprattutto un evento di portata economica: una troupe di circa 300 persone, 1500 camere di albergo prenotate, ristoranti pronti per accogliere una sorta di “circo” di professionisti esperti che sanno il loro mestiere e cercheranno di non dare troppo fastidio.  Ed Enzo Sisti, Live Producer di questa miniserie, non ha lesinato complimenti per la bellezza della nostra città.  «Noi Viterbo la conosciamo abbastanza bene perché vi abbiamo effettuato già riprese cinematografiche nel recente passato, come per la serie “I Borgia”. Siamo noi a dover ringraziare voi: questa città è un gioiello vicino Roma che finora purtroppo non è stato valorizzato come merita. Forse dipende da un problema logistico, di trasporti e collegamenti difficoltosi con la capitale. Ringraziamo il sindaco, gli assessori per l’accoglienza, la disponibilità e per averci dato la possibilità di mostrare anche agli spettatori di altri Paesi come Stati Uniti e Inghilterra le bellezze di Viterbo. Immaginate la risonanza mediatica che avrà la città sui giornali nazionali e internazionali. E le produzioni cinematografiche sono abituate al passaparola…».

 

 

 

 

 

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI