I paesi della Tuscia celebrano la prima giornata di commemorazione delle vittime del Coronavirus

Civita Castellana – Istituita la giornata di commemorazione delle vittime del Coronavirus per il 18 marzo, si è osservato oggi alle ore 11.00, come in tutti i Comuni d’Italia, un minuto di silenzio e tenute le bandiere a mezz’asta. Il sindaco Luca Giampieri ha invitato tutti i dipendenti della sua amministrazione a prendere parte a questo momento contemplativo nel rispetto della prima giornata nazionale in memoria di tutti coloro che sono stati colpiti dalla pandemia e non ce l’hanno fatta. “Questa giornata sarà un modo per non dimenticare, anche nel futuro per le generazioni a venire, – ha commentato Giampieri. Un pensiero dovuto in memoria di quanti abbiamo perso lungo questo anno pandemico, nel rispetto loro e delle loro famiglie. E in onore al merito per tutti i medici, infermieri e operatori dei settori che si sono spesi in prima persona per alleviare il dolore altrui, curando senza risparmiarsi”.

Amministrazione comunale di Civita Castellana

Vetralla celebra la prima giornata nazionale per le vittime del Covid, il 18 marzo sarà dedicato a loro, alla presenza del sindaco Francesco Coppari, del presidente del Consiglio Comunale Pietro Carloni, dei vigili della Polizia Locale con il comandante Ivo Aquilani.
Il presidente dell’Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) Antonio Decaro ha inviato una lettera a tutti i sindaci italiani, perché per la prima giornata nazionale in memoria delle vittime del coronavirus, partecipino con un minuto di silenzio da osservare alle 11.00, in concomitanza con l’arrivo a Bergamo del presidente del Consiglio dei ministri, Draghi, al cospetto della bandiera italiana a mezz’asta.
Amministrazione comunale di Vetralla
COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI