I cavalieri costantiniani in pellegrinaggio al santuario di Santa Maria della Quercia.

Domenica 6 maggio  la delegazione della Tuscia e Sabina, su mandato di Sar, il principe don Pedro di Borbone, gran mestro, effettuerà  un devoto pellegrinaggio al santuario di Santa Maria della Quercia.

I cavalieri costantiniani vogliono in tal modo onorare la madre di Dio nella ricorrenza del 550esimo anniversario dell’inizio del culto pubblico della venerata effigie i 550 anni del Patto d’amore.

Eventi che il romano pontefice ha voluto solennizzare con l’indizione di un giubileo straordinario per la diocesi di Viterbo.

La solenne liturgia eucaristica delle 10,30 sarà presieduta dal parroco don Massimiliano, cappellano di merito con placca d’argento della sacra milizia costantiniana; al termine, canto in gregoriano  dell’antifona Salve Regina e omaggio floreale alla Vergine.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI