Giornata della memoria: gli appuntamenti per gli studenti

giardino

Martedi  27 gennaio il Giorno della Memoria sono molte le scuole della Tuscia che hanno organizzato eventi, incontri con personalità e dibattiti, per tenere vivo il ricordo di una tragedia che ha sconvolto il Mondo.

La secondaria di primo grado “Gaietta Gracci Gradoli”, di Montalto di Castro  con un’iniziativa promossa dall’Associazione C.A.S.A incontrerà lo scrittore Fabrizio Silei, autore di saggi, romanzi e racconti rivolti a bambini e ragazzi, Premio Andersen (http://www.premioandersen.it/edizione2012/) come miglior scrittore 2014 incontrerà gli alunni della scuola media  per discutere con loro di temi dell’Olocausto argomento  come identità e memoria prendendo il via dal suo libro “Fuorigoco” edito da Orecchio Acerbo con illustrazioni di M.Quarello.

“Fuorigioco” rievoca  una storia  quella di Sindelar campione austriaco che giocò nella nazionale austriaca degli anni Trenta, conosciuta come il Wunderteam (ovvero “squadra delle meraviglie”), una delle più forti dell’epoca, di cui fu anche capitano. Quando Hitler invase l’Austria e proclamò l’annessione, nell’ultima partita amichevole fra Austria e Germania prima dell’unificazione delle due nazionali, Sindelar, davanti ai gerarchi nazisti incupiti, segnò il primo gol della vittoria ed alla fine si rifiutò di salutare il Fuhrer.Il mito  del giocatore che seppe dire no al nazismo fu così forte che diventò storia . E Silei la racconta nel suo libro  con parole misurate e accorate, mai retoriche o celebrative, come un’avventura, attraverso gli occhi e le emozioni di Marcus, un bambino che guarda e tifa per il suo idolo, e che a poco a poco deve cominciare a fare i conti con la realtà. I giovani studenti ascolteranno una storia di coraggio, il coraggio di Matthias Sindelar che trasformò una partita di calcio in una lezione di vita.Una storia indistruttibile che deve continuare nel racconto alle nuove generazione.Per non dimenticare.

In occasione della Giornata delle Memoria, gli studenti di Civita Castellana incontreranno Gabriele Nissim alle 10.45 presso l’Aula Magna della Provincia di Francesco Petrarca a Civita Castellana.

Gabriele Nissim, giornalista e storico italiano di origine ebraica, è ideatore e presidente di Gariwo, Comitato Foresta dei Giusti Milano. Gariwo è un onlus al servizio della memoria con l’intento di accrescere e approfondire l’interesse e la conoscenza verso le figure e le storie dei Giusti, termine che è stato applicato per la prima volta in Israele in riferimento a coloro che hanno salvato gli ebrei durante la persecuzione nazista in Europa. L’attività della Gariwo è sostenuta da un Comitato scientifico internazionale che promuove la nascita dei Giardini dei Giusti, luoghi della memoria dedicati a coloro che si sono opposti alla violazione dei diritti umani nella storia più recente e che si pongono come memoria educativa verso le nuove generazioni. 

L’incontro con Gabriele Missin avviene in occasione della premiazione del concorso “I giovani incontrano la Shoah”, progetto che ogni anno coinvolge le classi quinte delle scuole superiori di Civita Castellana e che quest’anno è stato dedicato al tema dei Giusti tra le Nazioni.

Alcune classi del Liceo Classico Mariano Buratti di Viterbo incontreranno al cinema Lux Giorgio Cantarini, https://www.facebook.com/giorgio.cantarini.52  il giovane attore protagonista del film La Vita è Bella trailer. Un’esperienza per lui allora bambino che lo ha portato a contatto seppur nella finzione di una film, con la tragedia dell’Olocausto. Un’esperienza di vita da condividere con gli studenti per un momento di crescita e formazione.

Martedì 27 gennaio alle 9.30, presso il Liceo Artistico Statale di Via Cesare Pinzi, si svolgerà l’evento Giornata della Memoria “Per non Dimenticare” con la presenza del Prefetto di Viterbo, la dott.ssa Antonella Scolamiero. Durante la mattinata sono previste proiezioni sulla Shoah e del viaggio di Istruzione ad Auschwitz: testimonianze dei docenti Alessandra Croci e Cinzia Pace degli alunni Casasasole e Turchetti. Ci saranno anche la lettura delle cause storiche della Shoah e letture sceniche dal libro di G. Heich “Die Maedchen aus Viterbo” e“La casa che guarda il cielo” ed. Raffaello 2014 testo L. Farina/illustrazioni Prof.ssa M. Brancaforte.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI