6.1 C
Viterbo
sabato, aprile 17, 2021

La Giornata mondiale del malato, celebrazione nella cattedrale di Civita Castellana

Giovedì 11 febbraio si celebra la Giornata mondiale del malato. Nella cattedrale di Civita Castellana è prevista per le 15 recita del santo rosario e alle 15,30 la concelebrazione della messa presieduta dal vescovo Romano Rossi.

Il comandamento dell’amore lasciato da Gesù trova concreta realizzazione anche nel rapporto con i sofferenti. È uno dei passaggi chiave del messaggio del papa per la XXIX Giornata mondiale del malato che sarà celebrata il prossimo 11 febbraio e organizzata in diocesi dall’Unitalsi, sottosezione di Civita Castellana, che avverte il bisogno di incontrarsi giovedì alle 15 in cattedrale, nel rispetto delle regole anti-Covid, con il vescovo Romano Rossi, con le sorelle e fratelli malati, con i volontari, per pregare insieme, e contribuire con maggior efficacia a una cultura della vita e della salute.

In altre occasioni d’incontro con la sofferenza il vescovo Romano Rossi ha rivolto parole di grande tenerezza per i malati, e di apprezzamento nei confronti dell’Unitalsi, sottolineando l’impegno costante e generoso di tutti i volontari per la loro “testimonianza” e per “l’amore ostinato” per chi è nel bisogno.

Tema della riflessione di Francesco è “La relazione di fiducia alla base della cura dei malati” e prende le mosse da un passo del Vangelo di Matteo: “Uno solo è il vostro Maestro e voi siete tutti fratelli” (Mt 23,8).

“È momento propizio – afferma papa Francesco – per riservare una speciale attenzione alle persone malate e a coloro che le assistono, sia nei luoghi deputati alla cura sia in seno alle famiglie e alle comunità”.

Il papa afferma che la cura e l’assistenza ai malati fa parte da sempre della storia di carità di ogni comunità cristiana, nella relazione con chi sta male, in rapporto alla “coerenza tra il credo professato e il vissuto reale”. Il rischio è infatti di cadere nel “male dell’ipocrisia” molto grave, “che produce l’effetto di impedirci di fiorire come figli dell’unico padre, chiamati a vivere una fraternità universale”.

Tale storia di dedizione non va dimenticata. Essa continua ancora oggi, in tutto il mondo.

Diocesi di Civita Castellana

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

11 Feb 2021

Ora

15:00

Luogo

Civita Castellana
Categoria