7 C
Viterbo
mercoledì, aprile 21, 2021

“I versi del capitano”, Pablo Neruda e l’Italia mostra aperta fino al 31 agosto a Sipicciano

La pro loco di Sipicciano, in collaborazione con il comune di Graffignano, l’università agraria di Sipicciano, l’ambasciata del Cile in Italia, l’istituto italo latino americano ed Arci Viterbo, ha organizzato la mostra fotografica e storico rievocativa “I versi del capitano”, Pablo Neruda e l’Italia.
La mostra ripercorre proprio il periodo di permanenza di Pablo Neruda nel Belpaese dove scrive poesie, liriche, articoli per giornali e riviste, testi civili e politici.
La mostra testimonia con fotografie e scritti, il rapporto con i più fulgidi intellettuali italiani dell’epoca: Antonello Trombadori, che ritrae il poeta in Campidoglio insieme a Carlo Levi, Luchino Visconti, Alberto Moravia, Elsa Morante e Fulvia Trombadori oltre a numerosi dispacci e telegrammi del Ministero dell’Interno; Lettere di protesta di gruppi ed associazioni politiche italiane che si opposero alla sua espulsione dal Paese.

Dedicare una mostra a Pablo Neruda non è solo un modo per rendere omaggio a uno dei più importanti poeti del nostro tempo, premio Lenin per la Pace del 1953, premio Nobel per la Letteratura del 1971, ma intende anche raccontare la vita di un grande uomo, che ha fatto della poesia lo strumento per guardare al mondo, per conoscere e raccontare la realtà, dall’amore alla politica, alla giustizia, ispirando molte generazioni.

La mostra, aperta fino al 31 agosto è stata presentata da Matteo Lefèvre, Università di Roma ‘Tor Vergata’ e dallo scrittore cileno Antonio Arévalo ed è accompagnata dalla proiezione del documentario di Mary Villalobos “I versi del capitano – Alla ricerca di Neruda”.
Il 31 agosto alle 20 giorno di chiusura mostra,nella cappella Baglioni è previsto un concerto del trio musicale latinoamericano Avenidamerica.

COMMENTA SU FACEBOOK

Data

26 Ago 2018 - 31 Ago 2018

Luogo

Sipicciano
Categoria