Eliana Lazzareschi Belloni: la laurea in un cassetto, ho creato un blog

Sono da sempre follemente innamorata e ispirata dal contatto con la natura. Sono cresciuta immersa nei paesaggi della Tuscia, in un piccolo paese di provincia Corchiano, fra il verde dei noccioli e il grigio argento delle foglie degli ulivi.

Mia madre mi ha insegnato ad amare l’essenzialità, mi ha trasmesso l’amore per i doni della natura e adoravo osservarla mentre preparava marmellate, passate di pomodoro, succhi di frutta. Sono cresciuta imparando ad attribuire a ogni momento della mia infanzia i profumi e i colori tipici della mia terra.

Le stagioni hanno accompagnato ogni fase della mia crescita, hanno profondamente influenzato la mia anima creativa, tanto da spingermi a trascorrere i weekend nel mio giardino, a immaginare streghe, fate, gnomi combattere contro le forze oscure del male; scrivevo storie fantastiche per i miei fratelli minori, che poi l’estate si trasformavano in spettacoli teatrali.

Quella bambina poi è cresciuta e, ahimè, si è fatta convincere dalla società che scrivere fosse un sogno e che sognare di diventare scrittrice fosse un’utopia che non poteva più permettersi.

Ho messo da parte streghe e fate e ho cominciato a curiosare nel mondo, rimanendo affascinata dall’arte orientale, dalle pitture cinesi. Ho coadiuvato gli anni dell’Università con brevi viaggi all’estero, tanto per soddisfare quel mio continuo e avido bisogno di conoscere nuovi mondi. E quel desiderio di avventura ha trionfato dopo la laurea, tanto da spingermi a 23 anni a fare le valigie e partire da sola per Pechino, dove ho vissuto per un anno. Oggi ne ho 29 di anni.

La mia esperienza in Cina mi ha cambiata interiormente, mi ha fatto superare molti limiti caratteriali, come la timidezza che mi trascinavo dall’infanzia, e mi ha resa più intraprendente, libera e coraggiosa.

Il mio viscerale bisogno di essere circondata dalla natura, quella pura che si estende intorno a noi e che non è limitata agli spazi verdi dei parchi di Pechino o Londra, – altra città in cui ho vissuto, – mi ha fatto fare nuovamente le valigie e tornare a casa.

Dopo essere stata assunta in un’azienda romana, – in cui mi occupavo di un settore molto affine ai miei studi in lingue, – è iniziata la mia crisi interiore. La voglia di mollare tutto e partire, perdermi ancora in nuove culture come avevo fatto a Pechino e poi a Londra, esplorare, lasciarmi ispirare da nuovi paesaggi e persone. Il sentirmi vincolata a una sedia e a una scrivania, l’osservare le stagioni scivolare velocemente attraverso la finestra dell’ufficio mi stavano uccidendo.

Però avevo paura di dare le dimissioni. In un paese come il nostro in cui la disoccupazione giovanile sfiorava il 40%, io dovevo ritenermi fortunata e non gettare una simile fortuna. Era quello che mi ripetevo ogni giorno, quasi cercando di farmi il lavaggio del cervello, di convincermi che fosse giusto così e che dovevo smetterla di sognare.

Pochi mesi dopo l’azienda ha cominciato a effettuare dei tagli al personale e io sono rientrata fra questi. Da lì è scattata la scintilla, mi sono rimboccata le maniche e non ho lasciato spazio alla depressione o allo sconforto. Era arrivato il momento di liberare le mie passioni e farle finalmente vibrare, espandere verso l’esterno.

Mi sono re-inventata. Ho chiuso la mia laurea in un cassetto e ho tirato fuori i miei sogni. Ho creato un blog, www.gecotravels.com, in cui parlo di eco-viaggi alla scoperta della natura e dei prodotti territoriali che caratterizzano la mia amata Tuscia, viaggi attraverso il cibo vegetariano dei luoghi che visito, viaggi attraverso le persone e la spiritualità, viaggi che ci portano alla scoperta di noi stessi, viaggi attraverso realtà rurali, come quelle della Romania, paese da cui sono appena rientrata.

Scrivo per marketplace turistici e collaboro con riviste cartacee e magazine online e, sono tornata a viaggiare. Soprattutto, ho iniziato un nuovo viaggio, quello verso i miei sogni, quelli che coltivo sin da bambina e a cui, alla fine, ho dato ascolto.

Per il futuro ho altri progetti in serbo, non mi fermo qui: voglio sempre di più lanciarmi nel settore turistico e tornare a parlare cinese.

Per ora mi godo il presente, sogno e viaggio.

Potete trovarmi qui:
www.facebook.com/Gecotravels
www.twitter.com/ElianaLB
https://plus.google.com/+ElianaLazzareschiBelloni
www.instagram.com/elianalbelloni

 

[pp_gallery gallery_id=”38898″ width=”500″ height=”400″]

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI