Diocesi di Viterbo sospese messe e celebrazioni fino al 3 aprile

In conformità al nuovo decreto della presidenza del consiglio dei ministri (pubblicato nella mattinata di oggi, domenica 8 marzo 2020), relativo alla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 sull’interno territorio nazionale e alla nota della Conferenza episcopale italiana. (CS n_11/2.02.0) trasmessa in serata, la diocesi di Viterbo dispone per il periodo che va dal 9 marzo al 3 aprile i seguenti provvedimenti:

– sono sospese le sante messe feriali e festive e tutti i pii esercizi (via crucis, adorazionc eucaristica comunitaria, litio divina ecc.) in tutte le chiese della diocesi regolarmente aperte al culto pubblico;

– sono sospese tutte le celebrazioni esequiali;

– le nostre chiese rimarranno aperte per la preghiera personale dei fedeli, attuando però le disposizioni dell’art. 2, lettera v del decreto del presidente del consiglio dei ministri dell’8 marzo 2020.

Rimangono in vigore tutte le altre indicazioni già comunicate dalla diocesi di Viterbo il 5 marzo u.s. e cioè:

1) la sospensione di tutti gli incontri di catechesi per bambini, ragazzi, giovani e adulti;

2) la sospensione di conferenze, incontri e dibattiti nei locali parrocchiali e diocesani;

3) la sospensione in parrocchia e nei locali parrocchiali di feste di compleanno o altre manifestazioni ed eventi che comportino affollamento di persone;

4) la chiusura dei nostri impianti sportivi con la sopensione di ogni attività ricreativa.

Inoltre per lo stesso periodo di tempo (o comunque fino a nuove disposizioni):

– sono sospesi tutti gli incontri diocesani in calendario: la “Visita fraterna” del vescovo alle parrocchie della vicaria di Acquapendente (martedì 10 marzo a Proceno; giovedì 12 marzo a Acquapendente; venerdì 13 marzo a Gradoli; martedì 17 marzo a Onano; venerdì 20 marzo a Grotte di Castro; martedì 24 marzo a San Lorenzo Nuovo; martedì 31 marzo a Latera); il ritiro unitario del clero del 12 marzo e l’incontro di formazione permanente per il giovane clero del 26 marzo;

– sono sospese (a data da stabilire dopo Pasqua) le celebrazioni con il conferimento delle cresime nelle parrocchie di Canino (21 marzo) e Bomarzo (29 marzo);

– sono da rimandare in ogni parrocchia le celebrazioni di matrimonio e di prima comunione;

– sono sospese ogni tipo di celebrazione (sante messe, vespri, processioni) per eventuali feste patronali che intercorrano nel periodo che va dal giorno 9 marzo al 3 aprile.

Siamo tutti invitati alla preghiera costante e a rinnovare la nostra fiducia nel Signore. Alla Madonna della Quercia affidiamo le nostre comunità, implorando su tutti i fedeli la sua materna protezione.

Diocesi di Viterbo

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI