Da Giotto a Pasolini – Incontri a Sutri a Palazzo Doebbing

La nuova mostra, ideata da Vittorio Sgarbi e resa possibile grazie all’intervento di Intesa Sanpaolo, inizia con il ritardo legato alle note vicissitudini internazionali. Tuttavia si è voluto procedere nonostante tutte le difficoltà perché come ricorda nel catalogo il sindaco di Sutri On.Prof. Vittorio Sgarbi “Non è mio compito né mia prerogativa l’ordinaria amministrazione, ma è mio orgoglio arricchire la città di iniziative altrimenti impossibili.”

Le oltre 250 opere esposte, che coprono un arco temporale che va dal VI secolo ad oggi, raccontano la vita di uomini e donne legati tutti da una personale e originale vocazione verso la ricerca del bello.

“Il sostegno di Intesa Sanpaolo a questa importante mostra – ha dichiarato Pierluigi Monceri, responsabile della direzione regionale Lazio, Sardegna, Sicilia, Abruzzo e Molise di Intesa Sanpaolo – testimonia un segnale di ripresa della vita sociale e culturale, un messaggio di fiducia e speranza per il futuro, dopo un momento complesso come quello che abbiamo vissuto a causa dell’epidemia da Coronavirus. Sin dalle prime fasi dell’emergenza, la presenza capillare del Gruppo ci ha permesso di intervenire con misure straordinarie su tutto il territorio. Abbiamo cercato di dare il massimo sostegno a famiglie e imprese, senza che questo compromettesse l’attenzione e il sostegno a favore dell’arte e della cultura. In questa nuova fase continueremo a sostenere il rilancio economico di settori strategici come il turismo, con l’obiettivo di rappresentare un elemento di forza per le comunità di cui siamo parte” .

In mostra
• PETALA AUREA Petali d’oro. Lamine di ambito bizantino e longobardo dalla Fondazione Luigi Rovati;

• GIOTTO la Madonna e l’inedito Crocifisso;

• PIER PAOLO PASOLINI Fotografie degli ultimi sguardi;

• TADEUSZ KANTOR Dipinti e disegni dalla Collezione Dario e Stefania Piga testimoniano l’immortale genialità di Kantor con le sue metafore visive e teatrali;

• CESARE INZERILLO La nuova scultura “Ora d’aria, 2020” per riflettere sulla fragilità umana in epoca di Coronavirus;

• LA DISTRAZIONE DEL MONDO Dipinti dalla Fondazione Franz Ludwig Catel di Roma;

• SCARTI, GIOCHI E RIMANDI Le sculture di Livio Scarpella;

• JUSTIN BRADSHAW Ritratti e nature morte eseguiti a olio su rame;

• KORAI Le sculture in gesso e resina di Alessio Deli;

• LE STORIE DI CARAVAGGIO L’appassionante vita di Michelangelo Merisi dipinta da Guido Venanzoni in una serie di grandi teleri;

• COME ALLO SPECCHIO Fotografie di Chiara Caselli;

• METAFORICA NATURALITÀ Sculture di Mirna Manni;

• LUOGHI REALI dipinti di Massimo Rossetti.

La mostra è visitabile dal Martedì alla Domenica secondo i seguenti orari: 10:00 – 18:00 con ultimo ingresso 30 minuti prima dell’orario di chiusura.Museo di Palazzo Doebbing

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI