Coronavirus, CNA: “Ecco le proroghe e le sospensioni nel decreto del Consiglio dei ministri appena approvato”

Il piano straordinario appena approvato dal Consiglio dei ministri – decreto “Cura Italia” – per il sostegno economico a imprese, lavoratori e famiglie contiene anche la proroga dei versamenti fiscali e contributivi e la sospensione degli adempimenti tributari. La notizia era, ovviamente, molto attesa.

Confermata la proroga dei termini di versamento di oggi al 20 marzo. Entro i prossimi quattro giorni le imprese dovranno verificare se rientrano tra le categorie per le quali è previsto un ulteriore slittamento. Lo spiega la CNA di Viterbo e Civitavecchia.

Era stata già introdotta, come si ricorderà, per le imprese turistico-ricettive, le agenzie di viaggio e turismo e i tour operator, la sospensione, fino al 30 aprile, dei versamenti delle ritenute, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria nonché dei versamenti dell’Iva che scadono nel mese di marzo.

La sospensione è stata estesa ad altre categorie duramente colpite dall’emergenza da Covid-19: ristorazione, pasticcerie, bar, pub, operatori del mondo del trasporto, dell’arte e della cultura, dell’educazione, dell’assistenza e dello sport. Inoltre: aziende termali e centri per il benessere fisico, organizzatori di fiere ed eventi, attività di guida e assistenza turistica.

Per tutti i soggetti con ricavi/compensi non superiori a 2 milioni di euro nel periodo di imposta precedente, indipendentemente dal settore economico, i versamenti fiscali e contributivi sono sospesi fino al 31 marzo.

Chi non beneficia della sospensione è tenuto ad effettuare i versamenti entro il 20 marzo.

Sono sospesi fino al 31 marzo gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale.

Tutti coloro che beneficiano della sospensione fino al 31 marzo, dovranno effettuare i versamenti sospesi, senza applicazione di sanzioni ed interessi, entro il 31 maggio o mediante rateizzazione, fino a un massimo di cinque rate mensili di pari importo, a partire dal mese di maggio.

Fino al 31 maggio sono inoltre sospesi tutti gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale. A questi si dovrà provvedere entro il 30 giugno. Neppure in tal caso scatteranno sanzioni.

CNA è attiva per fornire informazioni e assistenza alle imprese. Area Fiscale e Tributaria: telefono 0761.229243, numero verde 800-437744. Contatto WhatsApp 3907612291. E-mail: coronavirus@cnavt-civ.it. Sito: www.cnaviterbocivitavecchia.it.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI