Comitato acqua potabile,le associazioni della Tuscia ringraziano la Senatrice Vilma Moronese Presidente della Commissione Ambiente

Riceviamo e pubblichiamo:

Desidero ringraziare la Senatrice Vilma Moronese Presidente della Commissione Ambiente del Senato della Repubblica per aver preso a cuore i problemi del nostro territorio e per il suo interessamento fattivo.
Lo faccio interpretando la volontà degli iscritti al Comitato acqua potabile, delle associazioni ADUC, AICS Comitato provinciale Viterbo, AICS Ambiente nazionale, Coordinamento nazionale bonifica armi Chimiche ed in quanto aderente al Coordinamento acqua pubblica Non ce La Beviamo, ed in generale dei cittadini sensibili che vorrebbero veder risolti i gravi problemi del nostro territorio, Grazie.

Raimondo Chiricozzi


Questo è il testo che la senatrice Vilma Moronese ci ha inviato:

Ciao a tutti voglio aggiornarvi sulle evoluzioni positive in merito ad alcuni problemi riguardanti l’ambiente e la salute ai quali sto lavorando, alcuni primi risultati potrebbero presto arrivare.

Qualche tempo fa mi furono sottoposte una serie di problematiche legate alla gestione dell’acqua nel viterbese (tra cui la presenza dell’arsenico) che mettevano a rischio la salute dei cittadini e non solo. Infatti nella zona del bellissimo Lago di Vico che è anche una riserva naturale, sussistono diversi problemi a cui ho ritenuto necessario dare la giusta attenzione.

Così dopo aver letto e studiato tutta la documentazione che mi fu fatta pervenire, incontrai il 6 aprile scorso, nel mio ufficio in Senato, i rappresentanti di alcuni comitati di cittadini del viterbese e precisamente Paola Celletti e Raimondo Chiricozzi, ed ebbi successivamente un confronto anche con la rappresentante territoriale dei medici per l’ambiente.

Mi furono sottoposti 3 gravi problemi:
1. problema della presenza di Arsenico oltre i limiti consentiti per legge nelle acque dei comuni di Viterbo e pertanto anche i problemi relativi alla gestione del servizio idrico in capo alla Talete s.p.a.;
2. l’inquinamento del Lago di Vico dovuto soprattutto alla presenza di un batterio che danneggia le acque e di conseguenza tutto l’ecosistema legato al lago;
3. la mancata bonifica bellica e ambientale della Chemical City, un ex Stabilimento Militare dei Materiali di Difesa N.B.C. (Nucleare, Biologica e Chimica) che aveva sede proprio lì sulle sponde del lago.

Con riferimento al problema dell’inquinamento del Lago di Vico, voglio ricordare che trattasi di un’area divenuta riserva naturale regionale, SIC (sito di interesse comunitario) e ZPS (zona a protezione speciale) e quindi non sono a rischio solo la tutela ambientale e la salute dei cittadini, ma anche l’attività economica ad esso legata essendo una meta turistica molto apprezzata e dove viene prodotta la Nocciola Romana DOP che rappresenta un’eccellenza agroalimentare della produzione italiana.

Tutte queste questioni mi hanno indotto a condurre approfondimenti ulteriori anche oltre la documentazione, e ho ritenuto che l’unica soluzione possibile fosse quella di richiedere al Ministro delle Politiche agricole Patuanelli che venisse convocato un tavolo di lavoro presso il Ministero con tutti gli attori interessati, perchè solo se ognuno farà la propria parte arriveremo a risolvere questi problemi, ed è per questo che nel mese di maggio ho depositato un’interrogazione al Senato in cui formulavo tale proposta, che potete leggere qui : https://www.vilmamoronese.it/moronese-tavolo-al…/11322

Ieri, 21 giugno, ho incontrato presso il Ministero dell’Agricoltura, il Ministro e collega Stefano Patuanelli, con il quale ho avuto la possibilità di discutere di tutte queste questioni con la dovuta attenzione, e al quale ho prospettato alcune possibili soluzioni, e che naturalmente come ho precedentemente spiegato, necessitano del coinvolgimento di tutte le parti in causa.

Così sono felice di annunciarvi che il Ministro, al quale va il mio ringraziamento per l’interesse e per la sensibilità dimostrata per questi temi, ha dato la sua piena disponibilità ad organizzare questo tavolo nel più breve tempo possibile.

Anche per quanto riguarda la bonifica della Chemical City, per la quale sto seguendo un altro percorso in quanto attiene alle autorità Militari, a breve vi comunicherò i nuovi aggiornamenti e faremo il punto della situazione.

A presto, Vilma.”

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI