Castel Sant’Elia: pronto il Regolamento Comunale sui Fitofarmaci

Uso sostenibile dei fitofarmaci in agricoltura con l’adozione dei relativi regolamenti comunali. Da più di un anno, l’ amministrazione di Castel Sant’Elia, grazie alla sensibilità dell’Ing. Simone Cesetti (consigliere con delega Ambiente e Urbanistica) e alla Dott.ssa Marzia Piacenti (Assessore al Bilancio) a tutela della salute e dell’ambiente, ha organizzato una serie di appuntamenti per attivare una informazione precisa che porti a conoscenza, degli agricoltori in primis e di tutta la cittadinanza, del danno che può creare l’utilizzo dei pesticidi in agricoltura.
I convegni sono stati tenuti da esperti, l’agronomo Federico Mauri, il Biologo Angelo Girolami, da medici la Dottoressa Litta, nonché da membri del Bio Distretto Amerina come Andrea Ferrante ed il Presidente Famiano Crucianelli, il Vicesindaco di Corchiano ed altre figure competenti locali.

Molti studi hanno accertato conseguenze per la salute umana dall’esposizione “cronica” a pesticidi, ovvero all’esposizione a dosi piccole e prolungate nel tempo, rilevando un aumento dell’incidenza di vari tipi di tumori (cerebrali, alla mammella, al pancreas, ai testicoli, al polmone, sarcomi, leucemie, linfomi non Hodgkin e mielosi) e di malattie neurodegenerative come Parkinson e Alzheimer. Alcuni fitofarmaci interferiscono infine con le normali funzioni del sistema endocrino e del sistema immunitario.
Una persona può facilmente entrare in contatto con i pesticidi attraverso il cibo che mangia, l’aria che respira in aree agricole o urbane, bevendo acqua proveniente da fonti superficiali o di falda contaminate, addirittura attraverso residui di pesticidi presenti nella polvere delle abitazioni.Informare anche per responsabilizzare.-
“Questa amministrazione afferma l’Ing.Simone Cesetti sente come dovere morale il proteggere l’ambiente e di conseguenza la salute di tutti, soprattutto dei nostri concittadini, perciò abbiamo redatto e porteremo in consiglio comunale del 30 marzo, il Regolamento Comunale sui Fitofarmaci

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI