Beethoven Festival Sutri, il pianista Giacomo Dalla Libera “Tra Mozart e Chopin”

Dopo il successo dei primi due appuntamenti, il Beethoven Festival Sutri presenta il primo dei due recital pianistici in programma, sabato 25 giugno ore 19.00 presso la chiesa di San Francesco. Protagonista dell’evento, dal titolo “Tra Mozart e Chopin”, sarà il pianista Giacomo Dalla Libera, che offrirà un programma molto accattivante imperniato sulle figure dei due grandi compositori. Il programma si aprirà con la sonata in do maggiore K330, decima tra le sonate pianistiche di Mozart e anche la prima a essere scritta dal compositore dopo l’abbandono del servizio alla corte salisburghese e il trasferimento a Vienna. Seguiranno le Quattro mazurche op.24, le Polacche op.26 n.1 e n.2 e l Polacche op.40 n.1 e n.2 di Chopin. Il mazurek polacco interessò Chopin fin dai tempi della sua prima giovinezza. Il ritmo e le melodie della danza popolare suscitarono in lui qualcosa che non era certamente ricostruzione musico-etnografica, ma piuttosto rielaborazione istintiva di quel ritmo e di quelle melodie trasferite a livello di un’invenzione assolutamente originale. In modo diverso e complementare alle Mazurche, le Polacche chopiniane sono espressione di eroismo patriottico, ma soprattutto di una sensibilità potentemente tragica.

Informazioni: www.beethovenfestivalsutri.com – Associazione Amici della Musica di Sutri – 353.3756855 – info@beethovenfestivalsutri.com.

Giacomo Dalla Libera: nato nel 1979, ha studiato presso il Conservatorio “Cesare Pollini” di Padova nella classe della Prof.ssa Micaela Mingardo, diplomandosi nel 1997 con il massimo dei voti e la lode. Ha partecipato a diversi seminari e masterclass tenuti da Maestri quali Riccardo Zadra, Leonid Margarius, Aldo Ciccolini, Paul Badura-Skoda, Antonio Ballista e Konstantin Bogino. Dal 2001 al 2005 in qualità di membro del Trio Malipiero ha frequentato l’Accademia Internazionale di Musica da Camera di Duino mentre dal 2001 al 2004 sempre con la stessa formazione segue i corsi tenuti dal Trio di Trieste presso l’Accademia Chigiana di Siena, dove ottiene per due anni consecutivi il Diploma di Merito. Si è affermato in concorsi di musica da camera nazionali ed internazionali, ottenendo tra gli altri il ° premio al Concorso   Internazionale “Città di Minerbio” (Bologna), il 1° premio alla V Rassegna nazionale biennale di trio e quartetto di Vittorio Veneto (Treviso) ed il 1° premio al Concorso Internazionale “Città di Pavia”: Ha tenuto concerti sia in molte città d’Italia sia all’estero (Spagna, Slovenia, Austria, Svizzera, Gran Bretagna, Croazia, Francia, Cina). Negli anni ha collaborato con numerosi musicisti tra cui il Quartetto d’Archi di Torino, i violoncellisti Frieder Berthold e Marco Dalsass, le violiniste Laura Bortolotto e Tereza Privratska (primo violino del Jubilee String Quartet di Londra), i violisti Danilo Rossi ed Enrico Balboni, il clarinettista Corrado Orlando, la flautista Luisa Sello ed i pianisti Alberto Boischio e Sara de Ascaniis.

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI