Baseball, Wiplanet: il punto sull’A2 dopo la sosta

Questo importante, anche se breve, campionato della serie A2 si ferma per solo due settimane in agosto. Dopo gli incontri casalinghi del 2 agosto con i Lancers, già sabato 22 e domenica 23 lo Stadio Comunale ospiterà i Red Sox Paternò per le ultime due partite del girone di andata.

Il punto sul campionato: la classifica vede appaiati al primo posto, con 5 partite vinte e 1 persa, il favoritissimo Nettuno e i Red Sox Paternò, per la vittoria a tavolino ottenuta per una leggerezza normativa dei nettunesi in una partita che i siciliani avevano perso sul campo per 11 a 1. Segue il Jolly Roger Grosseto, con 3 vinte e 5 perse; i grossetani riposeranno e quindi potrebbero essere superati dal WiPlanet, che segue con 2 vinte e 4 perse, in caso di risultato pieno con i siciliani. Seguono con 1 vittoria e 5 sconfitte i Lancers, che incontrando il Nettuno hanno poche possibilità di migliorare la propria classifica.

Il comportamento della squadra: possiamo essere moderatamente soddisfatti del comportamento dei ragazzi giallo-verdi; a parte le due partite a Nettuno, hanno giocato alla pari sia con il Grosseto sia con i Lancers, ottenendo due vittorie e due sconfitte, dovute soprattutto ai troppi errori in difesa (22, contro ad esempio i 10 dei prossimi avversari). Ha finora retto bene il monte, a parte la partita di Nettuno, con un Andretta in crescendo, mentre tra i battitori i migliori sono Baldazzi (368 di media battuta), Bruno (286) e Gomez (278).

La funzione del settore giovanile: nonostante le difficoltà dovute al COVID, l’attività giovanile è ripresa e disputa un campionato giocando con squadre solo di Nettuno, preparate per poter puntare al titolo italiano. Grande è la prova degli U12, grazie anche ad inserimenti dai Rams e dai Lupi Roma, che si giocheranno l’ammissione alle finali nazionali nelle partite con l’Academy, con cui finora hanno perso una partita tiratissima al secondo inning supplementare; in chiaro-scuro il campionato degli U15, che incontrano avversari superiori fisicamente e tecnicamente, ma che hanno iniziato ad allenarsi con la prima squadra crescendo notevolmente, tanto che David Marianello ha già esordito in serie A e probabilmente altri ne seguiranno l’esempio.

La guida tecnica: è stato uno dei pregi dello scorso anno, con Salgado-Carletti-Vaselli. Purtroppo Salgado non è più disponibile per motivi di lavoro, Vaselli è impegnato con i Rams e Carletti è attualmente in convalescenza. La società si è rivolta a un tecnico di provata capacità ed esperienza nella serie A2: Ivano Licciardi, tecnico di 3° livello, con esperienze importanti sia nelle nazionali giovanili sia nelle squadre seniores, incluso il Viterbo e l’Urbe Roma. Attualmente è tecnico dell’Accademia Federale di Roma e fa parte dello staff della nazionale U12.

“Ringrazio prima di tutto la società dell’opportunità che mi ha dato – ha dichiarato – Sono molto contento di essere alla guida di una società storica del baseball italiano.

Sono fermamente convinto che il lavoro fisico, tecnico e mentale sia fondamentale per lo sviluppo di ogni atleta e anche se ho preso una squadra a campionato iniziato e con tutti i problemi dovuti covid19, appena arrivato siamo riusciti a pareggiare la serie con i Lancers.

Sono consapevole che c’è molto da lavorare per trovare la condizione migliore di tutti i giocatori e crescere come squadra. Questo campionato ci consente di non cercare il risultato a tutti i costi, anche se vincere fa sempre piacere. Ma si deve guardare oltre, ai tanti giovani che potranno sviluppare una filosofia che passa solo dal sacrificio e dal rispetto di tutte le persone dirigenti tecnici ecc che in questo momento difficile permettono di praticare questo sport”.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI