Antonello Ricci cantore di Dante in Maremma alla Rocca Farnese fa l’en plein

Un sole assolutamente estivo e una partecipazione di pubblico d’altri tempi – quelli del pre/Covid, tanto per intenderci – ha aperto sabato pomeriggio il mini tour dantesco a Ischia di Castro nella sala della Rocca Farnese. Protagonisti Dante Alighieri, ovviamente, e un cantore di eccezione, Antonello Ricci, che all’interno del salone nobile della Rocca ha letto alcuni brani del Purgatorio e dell’Inferno legati alla Maremma. Non per niente l’appuntamento aveva un titolo più che eloquente “Dante in Maremma”. Due spettacoli a seguire perché il pubblico è stato davvero tanto. Entusiasta il sindaco, Salvatore Serra, che ha fatto gli onori di casa. Il cantore Ricci si è sottoposto ad un inevitabile per quanto gratificante tour de force. Dante probabilmente non ha conosciuto personalmente la Maremma, ma certo ne ha sentito parlare tanto da citarla in più occasioni nella Divina Commedia. Anche se i riferimenti danteschi sono legati a una terra che ai suoi tempi doveva somigliare a una autentica bolgia, devastata dalla malaria e comunque tempi ben diversi da quelli odierni. Ai passi letti e commentati sono seguiti brani di alcuni racconti di Mario Puccini (ischiano di adozione) e dell’indimenticabile Donato Donati. L’iniziativa, che dopo Ischia di Castro sarà ripetuta a Cellere, Valentano e Farnese, è stata sponsorizzata dal ministero dei Beni Culturali e organizzata dal sistema bibliotecario del Lago di Bolsena e dal Comune di Ischia. (L. C.)

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI