Soprintendenze: contro la chiusura la lettera dei sindaci

A seguito della notizia della probabile chiusura di molte soprintendenze, il sindaco Sergio Caci si è fatto promotore di un’iniziativa a tutela della Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria meridionale e del patrimonio storico-culturale etrusco del territorio.

Tutti i sindaci e i presidenti di circoscrizione appartenenti alla Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria meridionale stanno firmando un documento da presentare al Ministro Franceschini in merito alla riforma del ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

A coordinare l’iniziativa è il sindaco Sergio Caci che si è fatto promotore di una lettera con la quale sindaci e presidenti di circoscrizione appartenenti alla Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria meridionale spiegando le possibili ricadute sul territorio qualora vi fosse l’istituzione, su tutto il territorio nazionale, di venti musei e poli museali con l’assenza di qualsiasi riferimento alla cultura etrusca. Oltre al fatto che nella riforma vi sarebbe la possibile soppressione della Soprintendenza per i beni archeologici dell’Etruria meridionale, sostituita da una macrostruttura che dovrebbe occuparsi dell’intera regione.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI