Air show, monumento dedicato ai piloti dell’aereonautica

I quattro piloti militari montefiasconesi caduti in servizio avranno il loro monumento. E’ di ieri il via libera dato dal prefetto di Viterbo, Giovanni Bruno, al sindaco di Montefiascone per l’ intitolazione di un mausoleo dedicato ai piloti dell’ aviazione.
L’ opera, che verrà inaugurata la mattina del 4 agosto durante l’Air show “Lago di Bolsena”, è in fase di ultimazione nello stabilimento dei fratelli Marmo, la base marmorea, dove sarà incisa una dedica al valore militare e i nomi dei caduti, avrà la forma del timone di un aereo sovrastato da un’aquila con le ali spiegate verso il cielo. Verrà posizionata sul lungolago a imperituro ricordo di Paolo Scoponi (designato a diventare comandante delle Frecce Tricolori) pilota militare e collaudatore sperimentatore, in servizio proprio nel gruppo di Addestramento Acrobatico dell’aeronautica militare, deceduto nel 1988 durante un normale volo di addestramento a Rivolto (Ud), il capitano Piero Giraldo, navigatore militare dell’Aeronautica, morto cinque anni dopo in un incidente di volo con un Tornado a Garessio (CN), Gino Bartoli pilota appartenente alla regia aeronautica e poi all’aeronautica militare, deceduto a Roma nel 1954 per una malattia contratta in guerra e Paolo Lozzi, in forza all’Aves e deceduto in un incidente di volo a Tuscania il 23 gennaio 2014.
La collaborazione tra la Prefettura e l’amministrazione comunale, in vista dell’ air show delle Frecce Tricolori, sta procedendo a passo spedito e condiviso perchè tutto sia predisposto nel migliore dei modi per il grande evento.
Montefiascone si prepara all’avvenimento dell’anno. Un appuntamento con la storia e il ricordo dei suoi piloti.

COMMENTA SU FACEBOOK
CONDIVIDI