A Tarquinia torna la rassegna “Tra i Rami dell’Arte”

Come ogni estate l’Associazione culturale Tra i rami dell’Arte di Tarquinia organizza in collaborazione con la Pro Loco Tarquinia e il Patrocinio del Comune di Tarquinia l’omonima rassegna di arte  presso il Parco privato Felice De Sanctis. Per il settimo anno l’incredibile giardino apre le porte al pubblico e a circa 80 espositori. L’amatissimo format unisce Scultura, Pittura, Fotografia, Installazioni artistiche e performance dal vivo. Artisti professionisti (una sezione è dedicata agli amatoriali) espongono lungo percorsi immersi nel verde in oltre 10000 metri quadri di giardino. Tante le novità a partire dal poliedrico ospite di fama internazionale il messicano Ernesto Muniz (nella foto), noto al grande pubblico per il suo manifesto della serie Netflix “Narcos Mexico” che presenterà coloratissimi Collage mix di stili e pop art. Muniz realizzerà sul posto un Collage frutto dell’interazione con i visitatori che sceglieranno da riviste immagini da ritagliare o potranno portare da casa propri giornali o fumetti e scegliere con lui i soggetti da utilizzare. Giocherà inoltre al “Cadavere Eccellente” creando con il pubblico un’opera surrealista. Altra partecipazione da segnalare è quella della street artist romana Tina Loiodice, legata a Tarquinia per aver realizzato un suo murale nel 2018 e prossima a realizzarne un secondo. Famosa per i suoi murales nella Metro di Roma e per quello fotografatissimo di Alice nel Paese delle meraviglie a Sant’Angelo il Paese delle Fiabe nella Tuscia. Ancora novità: performance dal vivo, dimostrazioni di scultura, lavorazione ceramica e pittura en plein air. Confermata la partecipazione di tanti professionisti di Tarquinia come quella del Maestro Marcello Silvestri, da pochi giorni presente anche presso il Museo Nazionale di Tarquinia con una sua mostra personale (sua anche l’opera il cui dettaglio fa da sfondo al manifesto della Rassegna), Patrizio Zanazzo, Stefano Todini, Giovanni Calandrini, Angelo Degli Effetti, Massimo Bordo e Fabrizio Berti, solo per citarne alcuni. Tante le nuove partecipazioni: quella dell’artista fiorentino Daniele Davitti che propone un’ opera realizzata ad hoc legata al progetto artistico che in dieci anni ha esposto in quattro continenti: a Londra, New York, Osaka e Melbourne; da segnalare anche la nuova partecipazione della nota fotografa e performer Lucrezia Testa Iannilli le cui installazioni site-specific sono presenti in tutto il mondo che ha scelto di offrire il suo contributo alla manifestazione presentando una proiezione video-wall all’interno del Parco. Altra novità sarà la musica con la presenza del pianista Fabio Capriotti, che torna ad esibirsi a Tarquinia dopo diversi anni. Il giovane pianista, famoso per i suoi “Madley” che uniscono ricerca, sperimentazione e linguaggi musicali diversi, in ognuna delle tre serate presenterà tre differenti programmi pianistici ispirati e dedicati per gran parte all’Italia, connotati da uno dei colori della nostra bandiera. La prima serata presenterà il concerto verde dal titolo  ”Pellicola su tastiera…musiche dal cinema”, la seconda sarà ispirata al bianco con il concerto “The show must go on…canzoni dal mondo”,  mentre nella serata di domenica si esibirà con il concerto rosso “La storia siamo noi…Lettere dall’Italia”. Il musicista interagirà illustrando i brani coinvolgendo gli spettatori in un piacevole confronto sul percorso musicale in tema ogni singola sera.  La mostra privata è aperta al pubblico a partire dalle ore 18,00 fino alla mezzanotte. Biglietto di ingresso 6 € senza prenotazione, acquistabile direttamente al Parco per visita al giardino, mostra d’arte, concerto e consumazione di benvenuto.

 

COMMENTA SU FACEBOOK

CONDIVIDI